Jet siriano abbattuto dai ribelli al confine con la Turchia

Ci sarebbe la mano di un gruppo ribelle salafita dietro l’abbattimento di un aereo da guerra siriano appartenente all’aeronautica del regime di Bashar al Assad. Il jet militare è precipitato nel sud della Turchia, nella provincia di Hatay, al confine con la Siria.

Military jet crashes near Turkey-Syria border – reports https://t.co/RpeaNf4bEi pic.twitter.com/YbI5qKGRv3— Ruptly (@Ruptly) 5 marzo 2017

Alcuni testimoni hanno dichiarato di aver visto il pilota paracadutarsi prima che il velivolo perdesse quota. Dopo l’accaduto il gruppo ribelle Ahrar al Sham ha postato un video in rete in cui si vede un aereo precipitare, affermando che si tratta di un Mig dell’aviazione siriana. Il governatore della vicina provincia siriana di Hatay ha precisato che non è stato violato lo spazio aereo turco e non ci sono stati interventi dell’aviazione di Ankara.

Hürriyet: Pilot of crashed Syrian jet found, taken to hospital in Turkey’s south – https://t.co/2mz3vPSn1O pic.twitter.com/g1BE5XIcxi— News Tweet (@NewsInYourHands) 5 marzo 2017

Secondo una fonte militare siriana il jet non è stato abbattuto da un gruppo jihadista, ma è precipitato per un problema tecnico mentre volava a bassa quota nella provincia di Idlib. Provincia che è controllata da forze ribelli e da miliziani dell’ex Fronte al Nusra.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità