JK Rowling: "Ho ricevuto così tante minacce di morte che potrei tappezzarci la casa"

·1 minuto per la lettura
- (Photo: Samir HusseinWireImage)
- (Photo: Samir HusseinWireImage)

“Ho ricevuto così tante minacce di morte che potrei tappezzarci la casa”: a rivelarlo è la scrittrice J.K. Rowling. Dopo le polemiche sollevate in questi anni dalla sua presa di posizione sull’identità di genere e a favore dei diritti delle donne biologiche, la creatrice di Harry Potter torna nell’occhio del ciclone e prende parola di fronte alla decisione tre attivisti per i diritti dei transgender di pubblicare sui social la fotografia della villa dove abita con il marito e i figli. “Non so cosa credessero di ottenere”, ha aggiunto Rowling citando i nomi di chi ha compiuto il gesto.

L’autrice ha poi ringraziato la polizia della Scozia, dove risiede, per averla assistita. I manifestanti si erano fatti fotografare davanti all’abitazione della scrittrice con alcuni cartelli, di cui uno riportava la scritta “Trans Liberation Now”. Rowling ha risposto ribadendo la sua volontà di espressione: “Dovrebbero riflettere sul fatto che ho ricevuto così tante minacce di morte che potrei tappezzare la casa ma non ho smesso di parlare”.

Solidarietà alla scrittrice è stata espressa dal premier britannico Boris Johnson tramite un suo portavoce: “Nessun individuo dovrebbe essere preso di mira in quel modo. Tutti hanno il diritto di essere trattati con dignità e rispetto e le persone devono essere in grado di condividere le proprie opinioni allo stesso modo″.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Leggi anche...

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli