Joao Mario campione con lo Sporting Lisbona: Inter, iniziano a entrare soldi

·2 minuto per la lettura

Una gioia attesa 19 lunghissimi anni. Lo Sporting Lisbona ha rotto la tradizione che vedeva solo Benfica e Porto protagoniste della Liga Nos portoghese e si è aggiudicato il titolo grazie all'1-0 sul Boavista con la rete di Paulinho. Un successo meritato quello dei biancoverdi che ha le sembianze di un tecnico di appena 36 anni come Amorim e di Joao Mario, faro del centrocampo e protagonista di una stagione eccellente. Il classe 1993 si è preso una bella rivincita dopo le tante critiche per lo scarso rendimento avuto nella sua esperienza in Italia. 

GUARDA ANCHE IL VIDEO: Le squadre di calcio che valgono di più

LA POSIZIONE DEL CLUB PORTOGHESE - Lo Sporting Lisbona vuole trattenere il centrocampista arrivato in prestito secco dall'Inter durante l'ultima sessione estiva di calciomercato. Un'intenzione già manifestata nelle scorse settimane e rafforzata dall'ultima impresa. Beppe Marotta vorrebbe incassare 10 milioni per la cessione di Joao Mario, una cifra che permetterebbe alla società milanese di mettere a bilancio una buona plusvalenza. Ma per facilitare l'addio potrebbe concedere uno sconto importante al club portoghese impostando la trattativa sulla base di 6,7 milioni di euro, ovvero la cifra che sarà a bilancio a giugno. Al momento non si è ancora entrati nella fase calda delle discussioni, da Lisbona attendono segnali da parte dell'Inter prima di operare l'affondo decisivo.

Ascolta "Joao Mario campione con lo Sporting Lisbona: Inter, iniziano a entrare soldi" su Spreaker.

LA VOLONTA' DI JOAO MARIO - Joao Mario è felice allo Sporting Lisbona, un club che ha un valore specifico elevato per la sua carriera. Gli ha permesso di debuttare in prima squadra appena maggiorenne, di conquistare la nazionale e un Europeo, di rinascere dopo diverse stagioni difficili. Il nodo da sciogliere è quello relativo al contratto: il portoghese ha un ingaggio da 2,7 milioni di euro netti a stagione, superiore al tetto salariale imposto dallo Sporting che al momento contribuisce al pagamento solo per un milione, con il resto dello stipendio a carico dell'Inter. Ma i colleghi di Record hanno svelato che questo ostacolo potrebbe essere superato grazie a un incentivo fiscale pari al 50%, valido per cinque anni e destinato a tutti i contribuenti registrati entro il 2015 che non abbiano risieduto nel Paese tra il 2016 e il 2018, e che vi abbiano fatto ritorno tra il 2019 e il 2020. In questa casistica rientra appunto Joao Mario, tanto che nei prossimi giorni è previsto un contatto che può risultare decisivo. Per la felicità dell'Inter che pregusta la possibilità di risparmiare su un ingaggio pesante come quello dell'ex Lokomotiv Mosca.    

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli