Il rimpianto del consigliere di Obama: non aver svelato la verità sugli UFO

Nel corso del suo incarico di consigliere di Barack Obama, John Podesta ha potuto vivere molte gioie. Ma nel giorno dell'addio al suo staff e al suo ruolo, fra i bei momenti spunta qualche rimpianto. Uno di questi è destinato a far discutere parecchio. Ecco il tweet.

"Il mio più grande fallimento nel 2014: non esser stato capace di svelare la verità sugli UFO. La verità è ancora là fuori". Chiude il tweet citando il New York Times, in modo da rendere immediatamente virale la notizia.

John Podesta è sempre stato affascinato dagli extraterrestri e la sua pausa dal mondo politico, dopo quattro anni al fianco di Bill Clinton gli ha permesso di approfondire la sua passione per l'ultraterreno.

Mentre oggi ha affidato il suo rimpianto alla rete, nel 2002 Podesta si servì del microfono della conferenza stampa organizzata dalla Coalition for Freedom of Information per parlare dell'importanza della rivelazione dei segreti governativi sugli UFO. Secondo lui dovrebbero diventare di pubblico dominio.

"È ora di scoprire quale verità c'è davvero lì fuori", disse Podesta. "Dobbiamo farlo, davvero, perché è giusto. Siamo obbligati a farlo, francamente, perché gli americani possano gestire la verità. E poi dobbiamo farlo perché lo dice la legge".

Nel 2007, intervistato dalla giornalista del Whasington Post Karen Tumulty, Podesta fu chiamato a motivare le richieste pervenute alla Clinton Library di Little Rock, Arkansas, in cui si richiedeva la presa visione di email da e per il capo di stato, contenenti le parole "X-Files" e "Area 51". "La verità è là fuori", disse Podesta, citando la celebre serie tv "X-Files" di cui è un grande fan.

Nel 2010 il Missouri's Columbia Tribune rivelò che Podesta aveva chiesto ad un fotografo appassionato di ufologia di smettere di parlare di attività extraterrestri in pubblico. Un voltafaccia apparentemente immotivato. Ma, come dimostra questo tweet, Podesta non ha affatto abbandonato la causa. Nello stesso 2010 scrisse un'introduzione per il libro "UFO's: Generals, Pilots and Government Officials Go on the Record".

Sfortunatamente Podesta avrà poco tempo da dedicare all'argomento durante il suo nuovo incarico al fianco di Hillary Clinton, impegnata nella sua campagna per le presidenziali. Forse, proprio come suggerito nel suo tweet, passerà il testimone al columnist del New York Times Maureen Dowd.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli