"Johnny Johnny!": i fan esultano per la vittoria legale del "Pirata dei Caraibi"

"Johnny! Johnny!"

I fan di Johnny Depp hanno esultato fuori dal tribunale di Fairfax, in Virgina (USA), dove mercoledi la giuria ha assegnato alla star del film "I Pirati dei Caraibi" oltre 15 milioni di dollari di risarcimento, per la causa di diffamazione dell'attore americano, 58 anni, contro l'ex moglie Amber Heard.

Sei anni d'inferno

In un post su Instagram, Johnny Depp ha scritto di aver "finalmente riavuto indietro la sua vita" dopo le sei settimane di processo (e sei anni di causa) per diffamazione, in cui ha negato le accuse di abusi e violenze domestiche, denunciati dalla ex moglie,l'attrice Amber Heard (36 anni).

La quale, su Twitter, ha dichiarato di essere molto delusa e ha definito la sentenza un "grave passo indietro" per le donne.

Le accuse di Amber Heard

Tuttavia, l'attrice ha ricevuto quasi due milioni di dollari di danni per la dichiarazione di uno degli avvocati di Depp che ha definito le sue accuse di abusi una "totale invenzione".

I giurati hanno stabilito che l'articolo pubblicato dal quotidiano "Washington Post" nel 2018, in cui Amber Heard parlava del suo matrimonio fallito e accusava di abusi il marito era "falso" e che l'attrice ha agito con "effettiva malizia", rendendosi colpevole di diffamazione.

Durante il sensazionale processo televisivo durato sei settimane, sia Amber Heard che Johnny Depp hanno accusato l'altro di aggressione fisica e di aver distrutto la propria carriera.
Le testimonianze e le prove presentate alla giuria hanno rivelato una serie di dettagli scabrosi del loro breve matrimonio.

Jordan Strauss/Jordan Strauss/Invision/AP
Amber Heard in una foto del 2016. - Jordan Strauss/Jordan Strauss/Invision/AP

La Heard ha testimoniato che Depp l'ha aggredita in più di una dozzina di occasioni, tra cui un raptus a base di alcol in Australia nel 2015.
Depp - nella sua testimonianza in tribunale - ha negato di aver abusato della ex moglie e ha detto che è stata l'attrice ad abusare di lui, lanciandogli contro una bottiglia di alcol che gli ha tagliato la punta di un dito.

Dopo la sentenza, è intervenuta Camille Vasquez, uno degli avvocati di Johnny Depp (l'altro è Benjamin Chew).

"Il verdetto di oggi conferma ciò che abbiamo detto fin dall'inizio, ovvero che le affermazioni contro Johnny Depp sono diffamatorie e non supportate da alcuna prova.
Siamo grati alla giuria per la loro attenta valutazione, al giudice e al personale del tribunale, che hanno dedicato un'enorme quantità di tempo e risorse a questo caso"

Screeshot Euronews
L'avvocatessa Camille Vasquez parla alla stampa. (Fairfax, 1.6.2022) - Screeshot Euronews

Nell'arco di tre giorni, prima di arrivare al verdetto, la giuria si è chiusa in camera di consiglio per un totale di 12 ore.

Il processo si è tenuto a Fairfax, in Virginia, su richiesta degli avvocati di Depp, in quanto i server informatici del "Washington Post", per la sua edizione online (che contiene l'articolo "incriminato" del 2018), si trovano proprio nella Contea di Fairfax.

Johnny Depp: immagine offuscata?

Nonostante la vittoria in tribunale e il risarcimento ottenuto, il processo - estremamente "mediatizzato" per un mese e mezzo, visto la fama dei due contendenti - ha diviso l'opinione pubblica e l'immagine di Johnny Depp, più volte protagonista di relazioni turbolente ed episodi controversi (ma le sue ex lo hanno difeso, durante il processo), rischia di essere offuscata.

Euronews racconta

Il servizio del 28 maggio 2016.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli