Johnson: senza la Brexit gravi conseguenze per la democrazia

Ihr

Roma, 2 ott. (askanews) - Boris Johnson ha preso la parola al congresso annuale del Partito conservatore, ribadendo che intende portare a termine il processo della Brexit entro il 31 ottobre.

"Per chi ha votato a favore dell'uscita" del nostro Paese dall'Ue "ma anche per chi ha votato per rimanere ma sostiene i valori democratici" e desidera che siano rispettati i risultati del referendum, ha spiegato Johnson tenendo a sottolineare che anche solo un ritardo della Brexit comporterebbbe "gravi conseguenze della democrazia". (Segue)