Johnson: "Spazio per per nuova intesa su Brexit"

webinfo@adnkronos.com
"Non puntiamo affatto ad una Brexit senza accordo. Ma loro conoscono la nostra posizione: non possiamo accettare il backstop. C'è ampio margine per un'intesa nuova e migliore". Boris Johnson non chiude al dialogo con l'Ue per aggiungere un accordo sulla Brexit. Il premier britannico però, durante la visita alla base navale di Faslane, ribadisce la posizione di Londra, in particolare in relazione alla questione del confine irlandese. "Non puntiamo affatto a una Brexit senza intesa. Ciò che vogliamo è ottenere un accordo e ho avuto alcune conversazioni interessanti con i nostri partner europei. Ho parlato con Jean-Claude Juncker e Angela Merkel e oggi contattando Leo Varadkar (premier irlandese, ndr). La sensazione è molto positiva anche se non c'è alcun cambiamento nella loro posizione"; aggiunge. "Loro sanno qual è la nostra posizione: non possiamo accettare il backstop", dice riferendosi alla clausola di salvaguardia che dovrebbe garantire il mantenimento del confine aperto anche dopo il periodo di transizione post Brexit. "E' stato respinto già tre volte, l'accordo per lasciare" l'Ue "allo stato attuale è morto e tutti ne sono consapevoli. Ma c'è un ampio margine per un accordo nuovo e migliore".

"Non puntiamo affatto ad una Brexit senza accordo. Ma loro conoscono la nostra posizione: non possiamo accettare il backstop. C'è ampio margine per un'intesa nuova e migliore". Boris Johnson non chiude al dialogo con l'Ue per aggiungere un accordo sulla Brexit. Il premier britannico però, durante la visita alla base navale di Faslane, ribadisce la posizione di Londra, in particolare in relazione alla questione del confine irlandese. 

"Non puntiamo affatto a una Brexit senza intesa. Ciò che vogliamo è ottenere un accordo e ho avuto alcune conversazioni interessanti con i nostri partner europei. Ho parlato con Jean-Claude Juncker e Angela Merkel e oggi contattando Leo Varadkar (premier irlandese, ndr). La sensazione è molto positiva anche se non c'è alcun cambiamento nella loro posizione"; aggiunge. 

"Loro sanno qual è la nostra posizione: non possiamo accettare il backstop", dice riferendosi alla clausola di salvaguardia che dovrebbe garantire il mantenimento del confine aperto anche dopo il periodo di transizione post Brexit. "E' stato respinto già tre volte, l'accordo per lasciare" l'Ue "allo stato attuale è morto e tutti ne sono consapevoli. Ma c'è un ampio margine per un accordo nuovo e migliore".