Joker esce in Italia, ma i cinema vietano maschere e armi giocattolo

joker-cinema-italia

Finalmente arriva al cinema anche in Italia Joker, il film di Todd Phillips vincitore del Leone d’oro al’ultima mostra del cinema di Venezia che narra la genesi dell’eterno antagonista di Batman. Con l’arrivo nelle sale del personaggio interpretato da Joaquin Phoenix però, i cinema hanno preso delle precauzioni nel timore che si possano verificare attentati o sparatorie come quella che avvenne negli Stati Uniti il 20 luglio del 2012 ad una proiezione del film della saga dell’uomo pipistrello Il ritorno del cavaliere oscuro.

Joker esce al cinema in Italia


Nella mattinata del 3 ottobre, la catena di multisala Uci Cinemas ha diramato un comunicato in cui si avvisano gli spettatori a non entrare nelle sale muniti di maschere o armi giocattolo: “Informiamo tutti i nostri clienti che, per motivi di sicurezza, UCI Cinemas ha stabilito una regola di accesso ai cinema e alle sale cinema. È vietato introdurre nei cinema i seguenti oggetti: maschere, armi giocattolo e simulatori di armi. Il personale di UCI Cinemas potrà richiedere a chiunque si presenti al cinema con una maschera o qualsiasi elemento possa coprire il viso, o dotato di armi giocattolo e simulatori di armi, di consegnare al personale addetto i suddetti oggetti, che verranno custoditi e riconsegnati al momento di abbandono sala e cinema. Tutto questo per garantire la sicurezza di tutti i presenti all’interno dei nostri cinema. Vi ringraziamo per la collaborazione”. Una precauzione volta proprio a scongiurare che possano infiltrarsi potenziali attentatori a viso coperto.

La sparatoria di Aurora

Il clima teso di questi ultimi giorni è una diretta conseguenza di ciò che avvenne nella cittadina di Aurora, nello stato del Colorado, il 20 luglio del 2012, quando il 24enne James Holmes uccise 12 persone e ne ferì altre 58 sparando con la sua pistola calibro 12 ad una proiezione notturna del film Il ritorno del cavaliere oscuro, terzo capitolo della saga di Batman diretta da Christopher Nolan. L’attentatore, mascherato come il personaggio di Bane, entrò nella sala da un’uscita di sicurezza precedentemente tenuta aperta da lui stesso ed inizio a sparare sul pubblico gridando “Sono il Joker”. In seguito, Holmes venne arrestato dalla Polizia sul retro del cinema e condannato a 12 ergastoli per un totale di 3.318 anni di prigione.

A seguito dell’attentato, la Warner Bros decise di cancellare la premiere parigina del film, mentre a quella messicana gli attori decisero di non parteciparvi. Prese di posizione simili si ebbero anche in Finlandia, dove la campagna promozionale per il film venne sospesa mentre il mese successivo l’attore protagonista del film Christian Bale incontrò personalmente i sopravvissuti alla strage.