Joseph Blair, coach NBA, vittima di razzismo a Pesaro: “Ecco cosa ha fatto la polizia italiana, inaccettabile”

L'assistente coach dei Washington Wizards dell’NBA, la massima categoria del basket mondiale, è stato oggetto di un episodio di razzismo mentre si trovava in Italia. Ecco cosa è successo: il suo nome è Joseph Blair, conosce perfettamente l’italiano grazie alle stagioni da giocatore nelle squadre di basket delle città di Biella, di Pesaro e di Milano e tramite i suoi canali social ha raccontato una vicenda molto simile a quella avvenuta ad inizio luglio al giocatore del Milan Tiémoué Bakayoko nei pressi di Corso Como a Milano. Mentre si trovava all’esterno di una lavanderia a gettoni, alcuni poliziotti gli hanno chiesto i documenti con fare sospetto, solo dopo aver compreso l’identità dell’uomo l’hanno lasciato andare senza ulteriori accertamenti. La reazione di coach Blair è esemplare, ecco cosa ha detto.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli