Joseph Oberlies ha detto di non ricordare e di essersi ubriacato ma adesso rischia grosso

Joseph Oberlies
Joseph Oberlies

Arriva dagli Usa la surreale vicenda di un uomo che entra in casa della ex e butta le ceneri del figlio e dell’ex marito della donna nella spazzatura: il 33enne della Carolina del Sud Joseph Oberlies ha detto di non ricordare e di essersi ubriacato ma adesso rischia grosso ed è stato arrestato ad inizio settembre. Quell’irruzione a  casa della donna a Mount Pleasant è stata infatti ripresa dalle telecamere di videosorveglianza: le immagini mostrano l’uomo che si avvicina alla residenza della sua ex alle 3 del mattino.

Butta le ceneri di figlio e marito dell’ex

A quel punto Joseph inserisce il codice di sicurezza ed entra per uscire dopo pochi minuti. Poi torna alle 4 del mattino ed alle 8 va via definitivamente. I media non hanno rivelato l’identità della vittima ed ex compagna, ma la donna ha denunciato alla polizia lo sfregio: Oberlies avrebbe gettato nella spazzatura le ceneri del figlioletto defunto insieme a quelle del suo ex marito, in una sorta di rivalsa. Poi ha colpito con un martello la sua TV a schermo piatto.

L’arresto, l’alibi e poi l’ammissione

Attenzione: la vittima ha riferito che Joseph non poteva sapere che in casa non c’era nessuno, il che aggrava la sua posizione perché potenzialmente l’uomo potrebbe aver avuto intenti violenti contro persone vive prima di “sfogarsi” con i resti di persone morte. L’uomo ha prima negato, spiegando di essere altrove al momento dei fatti,  poi però ha ammesso con i poliziotti la sbornia e la possibilità che abbia fatto cose di cui non si ricorda. L’accusa per lui è distruzione di resti umani e furto con scasso di primo grado. La cauzione per il rilascio è stata di 60mila dollari.