Judo: una vittoria netta per gli atleti della Georgia

Judo: una vittoria netta per gli atleti della Georgia

La terza giornata del Grande Slam di Tbilisi si è conclusa con il botto: i pesi massimi si sono fatti valere

Beka Gvinia shvili (categoria -90) ha fatto fuoco e fiamme: una combinazione di abili prese al volo e di potenza ha fatto guadagnare al georgiano un posto in finale contro Krisztian Toth.

Lì, un altro colpo di fioretto gli è valso l'oro, con una fantastica dimostrazione di sportività tipica dei valori del Judo, l'amicizia e il rispetto, con il pubblico in piedi, in onore di questi due grandi guerrieri.

Il presidente della Federazione georgiana di judo Giorgi Atabegashvili  ha consegnato le medaglie.

L'attuale campionessa del mondo dei -78 kg Anna Maria Wagner prosegue ilbrillante ritorno alle competizioni, con il suo uchi-mata ha superato i preliminari. In finale ha conquistato il punteggio decisivo contro l'ex campionessa del mondo Mayra Aguiar.  Premiata dalla direttrice degli eventi della federazione, Lisa Allan , la campionessa del mondo non ha ancora perso un incontro nel World Judo Tour .

"Penso che ci vedremo ai Mondiali. Spero di essere al 100% ai Mondiali e poi vedremo" ha commentato visibilmente emozionata.

Una delle categorie più forti della Georgia è quella dei -100 kg, con **Onise Saneblidze, **che solitamente è la damigella e mai la sposa vista la grande concorrenza . Ma stavolta ha finalmente fatto un passo avanti e ha conquistato il suo primo oro nel Grande Slam. In finale ha  conquistato il pubblico georgiano con una ripresa straordinaria e ha ricevuto la medaglia dal vicepresidente della Federazione georgiana di judo Tamaz Naveriani.

"Non riesco a descrivere questa sensazione - ha detto a fine gara -  Grazie a queste emozioni, si capisce quanto il popolo georgiano ami il judo. Li ringrazio per il fantastico supporto e per la fantastica atmosfera che si respira qui nel palazzetto dello sport di Tbilisi".

Nella categoria +78 kg la francese Julia Tolofua ha battuto la tunisina Nihel Cheikh Rouhou e ha conquistato la medaglia d'oro. A premiare è stato il direttore didattico e tecnico dell'IJF Mohamed Meridja.

Il vincitore dei pesi massimi dell'anno scorso, Gela Zaalishvili, (+100 gr) ha difeso il suo titolo con stile fenomenale. Allo stadio si è alzato un boato assordante dei tifosi georgiani, il miglior modo per concludere epicamente il torneo con la premiazione del Direttore degli Arbitri dell' IJF, Armen Bagdasarov.

L’aspetto davvero grandioso del Grande Slam di Tbilisi è che la nazione di casa è stata in grado di salire sul podio con orgoglio e allo stesso tempo dare spettacolo.  Tutto questo ha creato un legame ulteriore con il pubblico di casa e si respira  già grande attesa per il prossimo anno!

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli