Juncker: senza proposte scritte da Gb nessun progresso reale -3-

Loc

Bruxelles, 18 set. (askanews) - "Ho invitato il premier britannico - ha riferito ancora Juncker - a fare delle proposte concrete, operative e per iscritto sulle strade alternative che ci permetterebbero di conseguire questi obiettivi. E fino a quando tali proposte non saranno state presentate - ha sottolineato, parlando agli eurodeputati - non potrò dirvi, guardandovi negli occhi, che sono stati realizzati dei progressi reali".

Dopo aver definito "amichevoli, costruttivi e in parte positivi" i colloqui con Johnson, Juncker ha affermato che "la Commissione è pronta a lavorare tutti i giorni, dalla mattina alla sera, per trovare delle soluzioni al livello tecnico e politico. Non sono sicuro - ha ammesso - che avremo successo, ci resta molto poco tempo. Ma sono sicuro che dobbiamo provarci". Per questo, ha ribadito, "ho chiesto al premier britannico di precisare le disposizione alternative che potrebbero essere prospettate, e ho proposto di politicizzare, nel senso nobile del termine, i negoziati con il Regno Unito, incaricando il capo negoziatore Ue Michel Barnier e il ministro britannico competente per la Brexit di prendere in mano le trattative, affinché non restino al solo livello tecnico".

"I 27 membri dell'Unione europea hanno speso due e mezzo a negoziare con il Regno Unito. In questo periodo l'Ue ha dimostrato grande unità... Questa unità è la nostra più preziosa risorsa, il nostro asset più grande, e continuerà nel futuro", ha concluso Juncker.