Juncker: senza proposte scritte da Gb nessun progresso reale -2-

Loc

Bruxelles, 18 set. (askanews) - "Questa - ha continuato Juncker - sarà forse la scelta del Regno Unito, ma non sarà mai la scelta dell'Unione europea. Per questo preferisco concentrarmi su quel che possiamo fare per pervenire a un accordo, un accordo che credo sempre auspicabile e possibile".

"La questione principale - ha spiegato Juncker - è quella del 'backstop', la rete di sicurezza irlandese. Tutti ne hanno sentito parlare, ma non tutti si ricordano delle ragioni per cui è stato concordato il 'backstop' fra i governi dei Ventisette e quello del Regno Unito. E' una soluzione operativa a un problema pratico: il problema causato dalla Brexit per l'isola d'Irlanda. Un problema che non esisterebbe se il governo del Regno Unito non avesse deciso di lasciare l'Ue".

"Il 'backstop' - ha ricordato il presidente della Commissione -mira a tre obiettivi: evitare una frontiera fisica sul'Isola d'Irlanda, preservare l'integrità del mercato unico e la collocazione dell'Irlanda al suo interno, e proteggere la cooperazione Nord-Sud e l'economia dell'intera isola d'Irlanda". Tutto questo "è essenziale per la pace e la stabilità in Irlanda consacrate dall'Accordo del Venerdì Santo" con cui si mise fine alla guerra civile.(Segue)