Justin Bieber, paura per la moglie Hailey Baldwin: "Ho avuto un mini ictus"

Justin Bieber moglie ictus
Justin Bieber moglie ictus

Grande spavento per Justin Bieber: sua moglie Hailey Baldwin ha avuto un “mini ictus“. A raccontarlo è stata la diretta interessata, tramite i suoi profili social. A causare la malattia è stato un piccolo coagulo di sangue nel cervello.

Justin Bieber: la moglie Hailey ha avuto un ictus

Hailey Baldwin Bieber, moglie del noto cantante Justin, ha vissuto momenti terribili. Lo scorso marzo è stata ricoverata in ospedale con urgenza dopo che ha accusato un malore. La coppia stava pranzando, quando la donna ha iniziato a stare male. Ad un certo punto non riusciva più a parlare e il marito ha immediatamente allertato i soccorsi. “È stato spaventoso“, ha ammesso la modella 25enne.

Il racconto di Hailey

Tramite i suoi profili social, Hailey ha raccontato:

“Ero seduta a tavola con Justin, stavamo parlando normalmente durante la colazione, quando ho sentito una strana sensazione nel braccio destro, dalla spalla fino le dita della mano, che erano intorpidite. E quando mio marito mi ha chiesto che cosa avessi mi sono resa conto che non riuscivo a parlare”.

La moglie di Bieber è stata immediatamente trasporata all’ospedale di Palm Spring, dove è stata sottoposta a tutti gli esami del caso.

Un mini ictus causato da un coagulo di sangue

Hailey ha avuto sintomi simili a quelli di un ictus, causati da un coagulo di sangue nel cervello. La moglie di Justin Bieber aveva il lato destro del viso completamente paralizzato e ha ammesso di aver avuto tanta paura. Ha dichiarato:

“Appena provavo a rispondere alle domande, non riuscivo a tirar fuori le parole, come se la mia lingua e la mia bocca non riuscissero a formare le frasi”.

Fortunatamente, in ospedale l’hanno stabilizzata e i sintomi sono scomparsi.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli