Juve, come cambia la difesa: Chiellini resta, via uno tra Dragusin e Demiral

·1 minuto per la lettura

Un'estate calda, senza grandi rivoluzioni all'orizzonte. La Juventus tornerà protagonista sul mercato, ma non sono in cantiere grossi cambiamenti dal punto di vista difensivo. In attesa di conoscere il futuro di Cristiano Ronaldo, che in caso di addio potrebbe cambiare i parametri economici della campagna acquisti, Cherubini è al lavoro per risolvere alcune situazioni in mezzo al campo (Ramsey è in uscita( e in attacco (a partire da Morata). Non in difesa che, salvo sorprese, dovrebbe ripartire dai soliti noti.

PILASTRI - Le certezze di Allegri sono Leonardo Bonucci e ​Matthijs De Ligt, per il quale è stato respinto un tentativo del Barcellona, più Giorgio Chiellini, che dopo l'Europeo dovrebbe rinnovare il contratto ancora per una stagione. Il capitano azzurro, per esperienza e leadership, è un intoccabile del tecnico livornese, nessuna decisione è stata presa, ma c'è la forte sensazione che l'avventura in bianconero, iniziata nel 2005, possa continuare fino al 2022.

UNA CESSIONE - Per completare il reparto, al momento, ci sono Daniele Rugani, rientrato dai prestiti con Rennes e Cagliari, ​Merih Demiral e il giovane ​Radu Dragusin, classe 2002, che ha già esordito con i grandi. Uno degli ultimi due rischia però di fare la valigia, in prestito o a titolo definitivo. Demiral piace in Premier League, soprattutto all'Everton, per ​il rumeno ci sono sondaggi di Genoa, Empoli e Cagliari, che l'hanno chiesto in prestito, più il Crystal Palace, che lo voleva prima che, lo scorso aprile, rinnovasse fino al 2025. Proprio al momento della firma sul prolungamento la Juve gli aveva promesso il salto definitivo in prima squadra, ma difficilmente resterà a Torino con cinque compagni davanti.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli