Juve, il gesto di Dybala fa discutere i tifosi

La Juventus ha battuto il Brescia per 2-0 riprendendo la sua marcia dopo il ko di Verona, ma neanche contro le Rondinelle ha particolarmente brillato. E i fischi dell'esigente Allianz Stadium si sono sentiti forti e chiari. Tanto che Paulo Dybala, dopo aver sbloccato la partita al 39' su calcio di punizione, ha mandato un chiaro messaggio ai tifosi, invitandoli con alcuni gesti plateali (dita in bocca bocca come per fischiare, e poi facendo "no" con l'indice) a smetterla di fischiare la squadra prima in classifica.

Il gesto della Joya ha diviso i tifosi su Twitter. Una parte rivendica il diritto di contestare la squadra: "I fischi sono giusti, la squadra deve capire il messaggio. Devono sentire che fanno schifo, devono capire che stanno sbagliando", "Se perdete col Verona, due volte con la Lazio e con questo Napoli, non puoi dire basta fischi. Quella maglia va onorata. E i tifosi hanno tutto il diritto di fischiare una squadra brutta è che perde pure", "Non sono d'accordo con Dybala. Perché è nel diritto di chi paga criticare chi secondo lui non sta dando il massimo".

Tanti invece sono dalla parte del numero 10, che per molti ha dimostrato ancora una volta di essere il futuro capitano della squadra. "La squadra si sostiene se no cosa si va a fare allo stadio?", "Purtroppo non è così che ci si comporta con una squadra che ci ha regalarlo tanto in questi anni", "Condivido tutto! Dybala ha ripreso i tifosi dicendo di non fischiare...gesto da leader!".