Juve, Rugani: "Qualunque giocatore spererebbe di giocare un po' di più, è innegabile"

Antonio Parrotto

​Daniele Rugani, difensore della ​Juventus, potrebbe giocare due gare consecutive da titolare, giocando nuovamente contro la Spal. Il centrale classe '94 ha parlato ai microfoni di Sky Sport, dicendo la sua sulla stagione ma anche sul cammino personale. Ecco le sue dichiarazioni.

Daniele Rugani

Il Lione?


"Tutta la squadra comincia a sentire l'emozione e il brivido della fase finale, della fase in cui si decideranno tante cose. Siamo entusiasti e carichi per questa fase che sta arrivando".


Come hai vissuto sin qui la tua stagione?

"Qualunque giocatore spererebbe di giocare un po' di più. È innegabile. Ma io cerco di fare del mio meglio e cerco di farmi trovare pronto quando la squadra ha bisogno di me e quando il mister mi manda in campo. Perché comunque sia voglio dare il mio contributo alla squadra, perché entriamo in un momento molto importante e spero di farlo da qui alla fine".

La Spal?

"Sicuramente è una partita importante ed è una partita difficile perché negli ultimi due anni è sempre stata una trasferta complicata a Ferrara - riporta Tuttojuve.com - Però noi abbiamo bisogno di punti. Sono tutte partite troppo importanti che valgono appunto tre punti come ogni altra partita. Per noi sarà fondamentale portarla a casa".

La Champions?

"L’Atalanta è quella che spicca di più ma per me non è una sorpresa. La conosciamo e ci ha abituato a queste imprese ma tutto è aperto in vista del ritorno. Non vediamo l’ora di affrontare il Lione, è una sfida importante e andremo là per fare la partita e segnare. Sarà un match bello e difficile, ma siamo pronti perché è uno dei principali obiettivi che abbiamo”.

Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo della Juventus e della Serie A!