Juve, tutti al loro posto: tornano Arthur, Bonucci e Cuadrado. E Pirlo non deve fare esperimenti col Porto

Nicola Balice, inviato a Torino
·1 minuto per la lettura

Tutti al loro posto. E già sembra una notizia. Contro il Porto, infatti, Andrea Pirlo potrà far giocare ogni calciatore nella propria posizione naturale o quasi. Anche perché, nella sfortuna di un'emergenza senza fine, proprio a ridosso della fondamentale sfida di Champions il tecnico bianconero sta potendo riabbracciare almeno alcune delle pedine che in questa fase erano costrette in infermeria, anche se dovrà fare a meno dello squalificato Danilo. Già contro la Lazio è tornato Juan Cuadrado, titolare e in campo abbastanza per fare un bel rodaggio in vista del Porto. Preziosi anche gli spezzoni di Arthur e Leonardo Bonucci: ampio quello del brasiliano, ridotto ma prezioso quello del vice-capitano. Tutti e tre saranno titolari, così come Cristiano Ronaldo. Per il resto prosegue la corsa contro il tempo per avere Giorgio Chiellini e Matthijs de Ligt, difficilmente ci saranno. Mentre Paulo Dybala e Rodrigo Bentancur resteranno nella lista degli indisponibili.

IN CAMPO. Così, aspettando rifinitura e sfruttando ogni singolo minuto di recupero, la Juve che affronterà il Porto sembra delineata. Unico vero dubbio sembra quello che parla di una sorta di ballottaggio tra Aaron Ramsey e Weston McKennie, anche se non è da escludere l'ipotesi di Cuadrado a centrocampo per dare anche il via libera a una difesa più equilibrata. Dubbi che verranno sciolti nelle prossime ore. Passando al campo ecco che quindi la Juve anti-Porto sarà con Szczesny in porta, Cuadrado, Demiral (o De Ligt), Bonucci e Alex Sandro in difesa, McKennie (o Ramsey), Arthur, Rabiot e Chiesa a centrocampo, con la coppia Ronaldo-Morata chiamata a segnare i gol qualificazione.