Juventus, Agnelli ha deciso il futuro dell'allenatore toscano

·2 minuto per la lettura
sarri esonerato
sarri esonerato

Secondo quanto trapela da Torino, Agnelli avrebbe già esonerato Maurizio Sarri. Il presidente bianconero nel post-partita contro il Lione aveva dichiarato di volersi prendere qualche guorno per pensarci, ma il giorno dopo l’eliminazione dalla Champions il fallimento europeo ha pesato ancor di più sulle decisioni della società bianconera. Si apre la caccia al sostituto.

Sarri esonerato: è ufficiale

Maurizio Sarri è stato esonerato. Questo è quanto trapela dalle voci di corridoio di Torino, il day after l’eliminazione dalla Champions della Juventus ad opera del Lione.

Una decisione che il presidente Agnelli avrebbe preso subito dopo il match dello Stadium, nonostante ai microfoni abbia dichiarato l’intenzione di riflettere sul futuro del tecnico toscano. Ecco cosa recita il comunicato del club: “Juventus Football Club comunica che Maurizio Sarri è stato sollevato dal suo incarico di allenatore della Prima Squadra. La Società desidera ringraziare il tecnico per aver scritto una nuova pagina della storia bianconera con la vittoria del nono Scudetto consecutivo. Un coronamento di un percorso personale che lo ha portato a scalare tutte le categorie del calcio italiano”.

I motivi del fallimento

L’eliminazione dalla Champions rimane il motivo principale del precoce esonero di Sarri, ma non l’unico nella lista. Il tecnico toscano avrebbe dovuto rivoluzionare esteticamente la Juventus, dando una filosofia di gioco innovativa che avrebbe permesso ai bianconeri di competere in europa.

Le cose però non sono andate come previste: uno scudetto vinto a “corto muso” (Allegri dixit), troppe sconfitte e gol incassati, come mai successo nell’ultimo decennio. A livello di rapporti interersonali, tra la squadra e i giocatori non è mai scoppiata la scintilla, e di conseguenza non sono stati insolite critiche, rapporti incrinati con i senatori dello spogliatoio che mai hanno cercato di assecondare i dettami tattici dell’ex allenatore del Napoli.

Chi arriva?

Chi siederà sulla panchina bianconera? I nomi sulla lista di Agnelli sono i soliti noti. Dal sogno proibito Zidane, al ritorno di Allegri, passando per le suggestioni Simone Inzaghi e Pochettino, che però chiede 10-12 milioni. Seguiranno di certo giorni concitati in casa bianconera.

Suggestione Pirlo

Tra i candidati potrebbe entrare di diritto Andrea Pirlo, proclamato in pompa magna recentemente come nuovo allenatore dell’Under 23. La suggestione di vedere il campione del mondo 2006 alla guida della prima squadra alletta molto in casa bianconera, ma al momento rimane una clamorosa suggestione, vista l’inesperienza dell’ex centrocampista su una panchina importante.