Juventus, Mughini furioso: "Il possesso palla è una puttanata, una squadra meschina"

Giampiero Mughini, noto tifoso della Juventus, a 'Tutti convocati': "Eravamo abituati a Pirlo, Vidal ora vediamo personaggi che soffrono..."

La Juventus ha perso contro il Lione l'andata degli ottavi di finale di Champions League. Ma a preoccupare l'ambiente bianconero non è tanto la sconfitta per uno a zero, ma la carenza di gioco e qualche malumore tra i giocatori che potrebbero portare a qualche seria difficoltà.

Giampiero Mughini, noto tifoso della Juventus, ha parlato oggi a 'Tutti convocati', senza mezze misure contro questa gestione bianconera.

"Da settembre osserviamo un esperimento e quelli di noi più pazienti dicevano che ci vorranno un paio di mesi. Poi sono arrivate le sconfitte con la Lazio, poi partite modeste e ora questo. Il possesso palla è una puttanata. Quando De Ligt la passa ad Alex Sandro, lui a Bonucci, lui ci pensa e la dà a Cuadrado. È l'anticalcio. Una Juventus così meschina e brutta non la ricordo da tempo. Sbagliamo passaggi orizzontali."

L'obiettivo della furia di Mughini poi diventa soprattutto il centrocampo attuale, con un paragone con quello degli anni scorsi.

"Pare che questo Rabiot lo tenessimo d'occhio da anni, forse era il gemello. Questo prende 8 milioni all'anno. Eravamo abituati a Pirlo, Vidal ora vediamo personaggi che soffrono e incespicano. Questo Pjanic il peggiore degli ultimi anni. Non sono arrabbiato, sono allarmato".

Infine, Mughini spiega che secondo lui non si tratta di un ciclo finito.

"Ciclo finito? Gli interpreti nella Juventus sono sempre quelli, con un Dybala maggiore. C'è stato un qualche Coronavirus che ha leso il reparto difensivo, non penso sia per Chiellini, al suo posto è venuto uno che cercava tutta Europa, non Cretinetti Alfonso..."