Juventus, Nedved non si fida del Monaco: "Squadra giovane e molto pericolosa"

Il vicepresidente della Juventus, Pavel Nedved, non si sbilancia sul sorteggio delle semifinali di Champions: "Monaco giovane e molto pericoloso".

L'urna di Nyon ha sorteggiato il Monaco come avversario della Juventus nelle semifinali di Champions League. Sulla carta per i bianconeri si tratta di un avversario più morbido rispetto a Real e Atletico Madrid, ma in casa bianconera al momento domina la prudenza. 

"Il Monaco in semifinale? Affrontare una squadra molto giovane, che corre tantissimo e che non ha niente da perdere è sempre pericoloso. - ha commentato il vicepresidente della Juventus, Pavel Nedved, intervenuto ai microfoni di 'Mediaset Premium' - Però ho visto i ragazzi molto concentrati, dopo Barcellona non hanno festeggiato molto e sono focalizzati solo sul fatto di andare il più avanti possibile in Champions".

"A questo punto della competizione - ha aggiunto l'ex centrocampista ceco - è difficile scegliere gli avversari. In Champions non puoi sbagliare niente: speriamo di affrontare le due gare al massimo del nostro potenziale". 

Il pensiero di Nedved torna quindi alla grande impresa nei quarti di finale contro il Barcellona: "Con i catalani - ha sottolineato Nedved - ho visto una squadra molto matura. È molto difficile affrontare in quel modo il Barcellona al Camp Nou. Non subire goal da quella squadra è incredibile, sono contento di quello che sta facendo la squadra e il mister".

"E Sono molto fiducioso per il finale di stagione. - ha proseguito il vicepresidente bianconero - I ragazzi sanno che internamente possono vincere la coppa, faranno di tutto per arrivare in finale e per vincere".

Il discorso si sposta quindi sul tema del rinnovo di Massimiliano Allegri, che non è ancora arrivato nonostante i grandi risultati ottenuti dal tecnico livornese. "Gli vogliamo bene, - ha assicurato Nedved - sta facendo bene, nel sorteggio scorso ho fatto capire che il suo lavoro è stato importante siamo contenti con lui, vogliamo continuare con lui e anche da parte sua, deve essere contento e convinto di continuare con la Juve. Non dovrebbero esserci problemi".

Se le cose dovessero andare al meglio, la Juventus potrebbe ritrovarsi a fine stagione a festeggiare un Triplete: "Il momento chiave è stata la svolta tattica. - ha sostenuto l'ex centrocampista - Lì è stato grandissimo Max, non eravamo in un grande momento anche se vincevamo tanto. Volevamo qualcosa in più e ha messo questa formazione che abbiamo ora, è stato un genio e spero che possiamo continuare così".

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità