Kamala Harris in Messico: altro attacco ai migranti

Il primo viaggio all'estero di Kamala Harris in qualità di vice presidente degli Stati Uniti è stato in Messico, martedì 8 giugno. Un'occasione, per Harris, per parlare anche di migrazione. Arrivare fino al confine con gli Usa, ha detto dopo il suo incontro con il presidente messicano Andres Manuel Lopez Obrador, "può essere un cammino molto pericoloso e pieno di insidie".

"Voglio essere molto chiara sul fatto che i problemi al confine, in gran parte, se non interamente dipendono dai problemi in questo Paese - ha ribadito Harris - non posso ripeterlo abbastanza: gran parte di queste persone non voglio partire e, se lo fanno, lo fanno per due ragioni: perché fuggono il pericolo o perché se stanno a casa non riescono a soddisfare bisogni primari per le loro famiglie".

Solo il giorno prima Harris aveva lanciato un appello ai migranti: "Non venite al confine, gli Usa vi respingeranno", aveva detto.