Kanye West: "Il mio decimo album uscito senza il mio consenso"

·2 minuto per la lettura

Kanye West ha denunciato la pubblicazione dell'album 'Donda' senza il suo consenso. Poco dopo che il decimo album del rapper e produttore è arrivato sulle piattaforme musicali, lui ha scritto su Instagram informando i suoi quasi 8 milioni di follower che la Universal Music Group aveva pubblicato l'album, più volte rimandato nell'ultimo anno, senza la sua autorizzazione e bloccando una canzone che lo vede duettare con DaBaby e Marilyn Manson. "La Universal ha pubblicato il mio album senza la mia approvazione e ha impedito che 'Jail 2' entrasse nell'album", ha scritto. La Universal non ha rilasciato commenti ma poco dopo la traccia in questione, 'Jail 2', è invece apparsa tra le 27 canzoni dell'album, che prende il nome dalla mamma defunta del rapper.

Il coinvolgimento in Donda di Manson e DaBaby aveva già fatto discutere visto che il primo sta affrontando diverse accuse di abusi sessuali, che nega, e il secondo era finito nella bufera social per osservazioni omofobe fatte al festival Rolling Loud a Miami il mese scorso. Tra gli altri artisti presenti nell'album ci sono anche The Weeknd, Travis Scott, Lil Baby, Kid Cudi, Jay Electronica e Young Thug.

L'album sembra dividere la critica, tra entusiasti e delusi ma una cosa è certa: anche questa volta Kanye West, che di recente ha anche avviato la pratica per cambiare il suo nome in Ye (il nuovo nome già affianca il vecchio sui social), non è passato inosservato. Tanto che qualcuno sui social ha persino ipotizzato che la lite con Universal sia una geniale trovata pubblicitaria.

La madre di West era una professoressa di inglese alla Chicago State University, morta all'età di 58 anni nel 2007 dopo complicazioni dovute a interventi di chirurgia estetica. La morte della madre ha avuto un impatto devastante su West, che le ha anche già intitolato una società che si occupa di contenuti creativi. Dopo il precedente album, 'Jesus Is King', West ha provato anche a candidarsi per la presidenza degli Stati Uniti ma la sua corsa alla Casa Bianca si è presto arrestata.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli