Kashmir, Onu chiede a India di interrompere punizione collettiva

Fco

Roma, 22 ago. (askanews) - Un gruppo di esperti delle Nazioni Unite sui diritti umani ha invitato l'India a revocare il blackout sulle comunicazioni e le restrizioni di movimento che impone al Kashmir indiano, definendo i provvedimenti una "punizione collettiva" ingiustificata.

"Il blocco di Internet e delle reti di telecomunicazioni, senza giustificazione da parte del governo, contravviene ai criteri di base di necessità e proporzionalità", hanno affermato i cinque esperti indipendenti in una nota. "Questo blocco è una forma di punizione collettiva degli abitanti di Jammu e Kashmir", hanno denunciato, giudicando le restrizioni imposte da Nuova Delhi "sproporzionate". (Segue)