Keep calm. L'appello di Mattarella sulla crisi da coronavirus: "L'unità è un dovere"

(Photo: Mondadori Portfolio via Getty Images)

“La conoscenza aiuta la responsabilità e costituisce un forte antidoto a paure irrazionali e immotivate che inducono a comportamenti senza ragione e senza beneficio, come avviene talvolta anche in questi giorni”. Lo afferma il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, parlando al trentesimo anniversario di Telethon al Quirinale.

Un invito alla calma, dunque, e a mettere sempre in primo piano “l’unità di intenti e i principi di solidarietà”, in quanto “grande patrimonio per la società, particolarmente in momenti delicati per la collettività”. Questi principi - sottolinea Mattarella - “costituiscono inoltre un dovere. Quando si perdono, ci si indebolisce tutti”.

“In questo giorno dedicato alle malattie rare - aggiunge Mattarella - dobbiamo sentire il dovere di ringraziare chi sta operando con fatica, con sacrificio, con abnegazione per contrastare il pericolo del coronavirus: i medici, gli infermieri, il personale della Protezione civile, i ricercatori, le donne e gli uomini delle Forze Armate e di quelle di polizia, tutti coloro che in qualche modo si trovano in prima linea”. 

“La scienza è alleata della società e questa deve riferirvisi con senso di responsabilità. Eppure è accaduto in questi anni che la scienza fosse messa in discussione. Abbiamo assistito a comportamenti irrazionali, al propagarsi di teorie antiscientifiche - ad esempio sui vaccini - al diffondersi di ansie che si sono tramutate in comportamenti autolesionisti”, osserva il capo dello Stato.

 

Love HuffPost? Become a founding member of HuffPost Plus today.

This article originally appeared on HuffPost.