“Keep wellness, live better” per un turismo evoluto ed evolutivo

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 5 ott. (askanews) - "Il turismo si sta evolvendo in una direzione utile per questa società e l'ambiente?" Questa la domanda che gli operatori del settore e gli stessi fruitori si stanno ponendo al termine di un biennio di pandemia che ha cambiato i nostri equilibri di vita e anche l'esperienza della vacanza. "Keep wellness, live better" - letteralmente "Mantieni il benessere, vivi meglio" - è la nuova filosofia di viaggio che Paola Rizzitelli, Wellness Economy Strategy Consultant e founder del brand "Sinergie per il Benessere", propone agli operatori nel testo "Il Turismo Evoluto ed Evolutivo - Strategie per co-creare benessere collettivo" prodotto editoriale curato da Bookness e strumento di divulgazione dei nuovi trend della Wellness Destination.

L'obiettivo, spiega una nota, è un nuovo turismo che sia educativo, per co-creare, attraverso l'esperienza consapevole, una vacanza che produca benessere, inteso come "ricerca proattiva di comportamenti e stili di vita, di scelte finalizzate al raggiungimento di una salute olistica", in una visione multidimensionale a 360°: benessere sociale, spirituale, ambientale, fisico e mentale. Si sposa così il concetto usato dalla Wellness Economy, ovvero l' Economia del Benessere, come teorizzato dal Global Wellness Institute (GWI).

L'intento è sensibilizzare gli operatori del settore a tener presente tre principi fondamentali: - Solo il turismo evoluto porta evoluzione e può trasformare il turista in viaggiatore; - La vacanza non può prescindere dal benessere, inteso come Wellness, secondo un concetto che è cambiato nel tempo; - Occorre impegno nel creare e far percepire l'esperienza turistica.

Il Turismo Evoluto ed Evolutivo Nel volume, Rizzitelli illustra al lettore e agli stakeholders di settore, non solo un ragionamento, ma l'evidenza, nei fatti, della necessità di un turismo che non solo è evoluto, ma anche evolutivo, in quanto ha capito la sua forza persuasiva ed educativa dei singoli, attraverso il mindset del cambiamento, sta reinterpretando il benessere e ha assunto un ruolo strategico nel progetto globale di una società e di ambienti più sani.

Già autrice del manuale "Il marketing del Benessere - Il cambiamento necessario per una nuova economia", nel testo Rizzitelli rileva come nel tempo il concetto di benessere in vacanza sia cambiato, non più inteso solo come spa e centri termali, proponendo un'ulteriore evoluzione del Turismo del Benessere (Wellness Tourism), definito dal GWI come il "viaggio associato alla ricerca di mantenimento e miglioramento del proprio benessere personale". Il report 'The global wellness economy: looking beyond Covid' prevede una crescita del comparto del 21% entro il 2025.

Il volume assegna al turismo un ruolo educativo e trasferisce a tutti i suoi operatori non solo una visione, ma anche strumenti concreti e strategie utili a valorizzare la proposta, a differenziarsi, destagionalizzare, comunicare e ingaggiare l'ospite nella creazione del proprio benessere, della comunità e dell'ambiente. Ne scaturisce un turismo che si prende cura delle persone e della natura e ha bisogno di una strategia ispirata al codice materno - definizione ideata da Guido Stratta, Direttore generale delle Risorse Umane di Enel - e quindi al femminile, come suggeriscono la copertina e le illustrazioni del libro, realizzate da Simonetta Malfer.

"Siamo a un punto di svolta, il turismo ha raggiunto l'età della maturità. È un doppio impegno fornire strumenti di marketing e branding e sensibilizzare le coscienze verso una concreta nuova forma di economia del benessere attraverso il turismo educativo ed evolutivo" spiega Rizzitelli e continua: "Il grande ruolo del turismo pertanto è anche quello di portare, chi lo vorrà, verso abitudini migliori che potranno creare destini migliori. Il turismo può aprire alla consapevolezza e ad azioni concretamente volte al benessere, giorno dopo giorno. In un futuro non lontano potremo parlare di vacanza anche come esperienza educativa per una vita migliore e come importante strumento di benessere per viaggiatori consapevoli".

Da parte sua, Mattei spiega: "L'uomo occidentale, nello scenario post pandemico, roso da nuove inquietudini, sta mettendo sempre più in discussione i tradizionali schemi economico-sociali e ricerca, in modo sempre più tangibile, una migliore qualità della vita. Felicità, maggiore libertà e ricerca del benessere diventano oggi le sue priorità. Nell'esperienza turistica le persone da ora in avanti non si accontenteranno più di sperimentare una destinazione. Vorranno che il viaggio insegni loro qualcosa di diverso, che li aiuti a rivedere le proprie convinzioni e li porti alla scoperta di nuove opportunità per cambiare in meglio le loro vite".

Martedì 11 ottobre, in due diversi momenti, la dottoressa Rizzitelli approfondirà questi temi all'Hospitality Day, organizzato presso il Palacongressi di Rimini da TeamWork Hospitality. Giovedì 20 ottobre Rizzitelli torna con la presentazione del libro, nella sua terra natia, evento che sarà possibile seguire anche online.