Kellogg Italia col Banco Alimentare dona 1 mln colazioni ai più fragili

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 10 mag. (askanews) - Kellogg Italia con Banco Alimentare dona un milione di colazioni destinate alle fasce più fragili della popolazione. In un contesto reso più drammatico dal Covid 19 - secondo l'Istat in Italia oggi sono circa 5,6 milioni di poveri - Kellogg ha deciso di donare un contributo economico per aiutare il Banco Alimentare a distribuire il primo pasto della giornata, consentendo di aiutare potenzialmente 10mila persone tra le fasce più vulnerabili della popolazione.

Attraverso la rete di strutture caritative, convenzionate col Banco su tutto il territorio nazionale, i beneficiari riceveranno 100 colazioni in un arco di tempo di 100 giorni: parliamo di una razione di 350 grammi di cibo incluso il latte, in linea con quanto riporta il Documento Sinu-Sisa (le due società italiane di Nutrizione umana e di Scienze dell'alimentazione) sulla prima colazione del Novembre 2018. All'iniziativa è associata anche una campagna rivolta ai consumatori che prenderà il via ad inizio giugno e proseguirà fino a metà giugno in 70 punti vendita Coop in Italia per coinvolgerli in questa iniziativa di aiuto ai più fragili.

"Siamo felici e grati di essere nuovamente al fianco di Kellogg Italia con questa nuova campagna - ha detto Giovanni Bruno, presidente della Fondazione Banco Alimentare onlus - soprattutto in questo momento di incertezza e profonda crisi in cui le persone in difficoltà continuano ad aumentare. Grazie ad aziende come Kellogg, la Rete Banco Alimentare potrà rispondere in modo concreto alle migliaia di richieste di aiuto che giungono ogni giorno sempre più numerose. Banco Alimentare ha nel proprio DNA la collaborazione con le imprese soprattutto agro-alimentari, e iniziative come questa non possono far altro che rafforzare la nostra alleanza con il mondo delle aziende".

"Siamo orgogliosi di poter contribuire ad aiutare gli italiani in difficoltà in questo momento così critico - dichiara Giuseppe Riccardi, general manager Kellogg Italia - In linea con i valori del nostro fondatore W. K. Kellogg, riconfermiamo il nostro impegno di solidarietà a vantaggio delle fasce più vulnerabili della popolazione. Un impegno a cui diamo concretezza grazie alla partnership di lungo periodo con Fondazione Banco Alimentare Onlus, e che siamo lieti di rinnovare nel 2022 con questo nuovo progetto che darà la possibilità anche ai consumatori di contribuire in modo attivo".

Questa iniziativa si inserisce nella la strategia decennale lanciata da Kellogg Europa con cui si impegna a fornire cibo a 33 milioni di persone in stato di necessità in Europa entro il 2030 di cui 2,6 in Italia.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli