Kenya, rapimento Silvia Romano: portata in Somalia

Nav

Roma, 30 ago. (askanews) - Piste che si sono perse nel nulla, l'ipotesi di una richiesta di riscatto lampo, speranze e falsi allarmi, una difficile collaborazione sull'asse Roma-Nairobi. Ma anche una indicazione delle ultime ore, Silvia Romano potrebbe esse stata portata in Somalia dopo in sequestro in Kenya il 20 Novembre scorso. La cooperante milanese di 24 anni è stata rapita - si ricorda - a Chakama, villaggio a una sessantina di chilometri da Malindi, dove si trovava per seguire un progetto di una onlus marchigiana.

E mentre poche settimane fa si è aperto il processo a carico di due componenti del commando di rapitori. Una banda armata di kalashnikov e granate, composta da almeno otto persone, che avrebbe tenuto nascosta la giovane fino a Natale, per poi cederla, secondo le ipotesi, a un altro gruppo criminale. La prima udienza del processo, in lingua swahili, si è celebrata proprio a Chakama. Una scelta presa dalle autorità locali per ascoltare sul posto i testimoni, comprese le persone che rimasero ferite nella sparatoria, in un'aula improvvisata allestita all'interno di una scuola elementare. (Segue)