Kessie unico baluardo di una mediana in affanno, nuovo incrocio con la Roma e un contratto da blindare

Andrea Distaso
·2 minuto per la lettura

Roma-Milan è la sua partita. Per le ben note vicende di calciomercato dell'estate 2017, quando fu davvero ad un passo dal trasferimento in giallorosso prima di un blitz quasi notturno di Massimiliano Mirabelli e Marco Fassone, che lo convinsero ad accettare la corte rossonera. Ma per Franck Kessie la partita di domenica sera, possibile crocevia della stagione per la formazione di Pioli dopo la serie di 4 partite consecutive senza vittoria, sarà l'ennesima occasione di confermare la sua conclamata leadership tecnica all'interno del gruppo. Una condizione tornata prepotentemente d'attualità nel sofferto pareggio di giovedì con la Stella Rossa che ha consentito di superare il turno di Europa League, col giocatore ivoriano unico baluardo di un reparto - il centrocampo - tra i più in difficoltà nelle ultime settimane.

UNICO BALUARDO - Messe da parte le deludenti parentesi con Spezia e Inter, contro la formazione serba Kessie è risultato essere uno dei pochi calciatori a dare la sensazione di poter andare contro la stanchezza fisica ma anche mentale che si è recentemente impadronita della squadra dopo un ciclo massacrante da giugno ad oggi. Perso per strada il suo fedele scudiero Bennacer, tuttora in attesa dell'esplosione di Tonali e con un supporto sin qui decisamente insufficiente di Meite, l'ex calciatore dell'Atalanta è stato spesso costretto nelle ultime settimane a sobbarcarsi quasi interamente il peso della mediana. Con quello alla Stella Rossa, i gol stagionali sono già 8 e lo consacrano anche a livello statistico come uno dei migliori nel suo ruolo a livello europeo. Ulteriore certificazione della sua imprescindibilità in questo Milan che, definite le spinose questioni Calhanoglu e Donnarumma, confida di accelerare la pratica del suo rinnovo di contratto.

RINNOVO OBBLIGATO - In scadenza nel 2022, Kessie percepisce attualmente un ingaggio di circa 2,2 milioni di euro, destinato a salire sensibilmente in considerazione di un rendimento in costante crescendo da un anno a questa parte e l'interesse di diverse formazioni di Premier League palesatosi negli ultimi mesi. La volontà del calciatore di proseguire il suo percorso di crescita con la maglia rossonera è nota da tempo e ora la palla passa al Milan. Costretto ancora una volta ad appoggiarsi al suo insostituibile a centrocampo per superare il primo vero momento di difficoltà della stagione. Contro la Roma nella sua partita.