Kevin Spacey vince nuova battaglia legale

webinfo@adnkronos.com

Kevin Spacey vince una nuova battaglia legale. La causa presentata da un massaggiatore che lo ha accusato di violenza sessuale nell'ottobre 2016 è stata archiviata; l'attore statunitense si era dichiarato innocente. E' quanto rivela il 'New York Times' che cita documenti del Tribunale distrettuale di Los Angeles. Il massaggiatore, il cui nome non è stato svelato, è morto nel frattempo 4 mesi fa. Jennifer L. Keller, avvocato dell'attore, ha precisato che "contrariamente ad alcune notizie, Spacey non ha pagato per chiudere la causa". A ottobre, l'ufficio del procuratore distrettuale della contea di Los Angeles ha affermato che Spacey non avrebbe dovuto affrontare accuse penali nel caso di violenza sessuale perché "le accuse non possono essere dimostrate senza la testimonianza della vittima". Lo scorso luglio l'attore era uscito indenne da un altro processo.