Ucraina, scomparso terzo combattente americano

(Adnkronos) - Il portavoce del Dipartimento di Stato americano, Ned Price, ha confermato la scomparsa di un terzo cittadino americano in Ucraina."Ci sono notizie di un altro americano disperso. Non posso discutere i dettagli di questo caso", ha dichiarato Price in una conferenza stampa, secondo quanto riporta una dichiarazione rilasciata dal Dipartimento di Stato.

Il governo degli Stati Uniti ha contattato i parenti dei tre cittadini scomparsi e che si sarebbero recati in Ucraina per arruolarsi nelle forze armate del Paese e combattere contro le truppe russe. L'amministrazione Biden non ha invece ancora parlato con il governo russo della scomparsa dei tre, perché non dispone di prove che indichino che i cittadini siano sotto la loro custodia.

"Fino ad oggi, non abbiamo ancora sollevato la questione con la Federazione Russa. Se riterremo che tale divulgazione tramite la nostra ambasciata a Mosca o in altro modo possa essere produttiva in termini di ottenere maggiori informazioni sul luogo in cui si trovano queste persone, non esiteremo, ha detto il portavoce del Dipartimento di Stato americano.

D'altra parte, Price ha insistito sulla raccomandazione ad evitare qualsiasi tipo di viaggio in Ucraina: "Quello che ribadiamo ancora oggi è che continuiamo ad esortare i cittadini statunitensi in ogni modo possibile perché non si rechino in Ucraina a causa dei pericoli connessi" agli eventi in corso, ha aggiunto.

Il soldato Alexander Drueke, 39 anni, e il marine Andy Tai Huynh, 27 anni, entrambi dello stato dell'Alabama, sono scomparsi vicino a Kharkiv lo scorso 9 giugno. Il terzo americano scomparso è un ex marine di nome Grady Kurpasi, che si sarebbe recato in Ucraina per fare volontariato con le forze armate di Kiev. Kurpasi è stato sentito l'ultima volta tra il 23 e il 24 aprile, ha riferito la CNN.

Il Dipartimento di Stato americano sta intanto lavorando per trovare conferme sulla veridicità della foto diffusa ieri su Telegram da un blogger russo, Timofey Vasilyev, a riprova dell'avvenuta cattura di Druecke e Huynh. Nell'immagine divulgata i due sono nel retro di un camion militare russo. La foto mostra i due uomini che guardano la telecamera, le mani dietro la schiena. “Hanno detto che c'è una fotografia che sta circolando sui media russi. E stanno lavorando a fondo per verificarlo", ha detto Bunny Drueke. "Siamo molto fiduciosi".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli