Kia mira alla carbon neutrality entro il 2045

·1 minuto per la lettura

Durante l’evento digitale "Kia Sustainability Movement” Kia Corporation ha svelato la strategia che la porterà a divenire un "Sustainable Mobility Solutions Provider" per fornire soluzioni di mobilità ecocompatibile ai consumatori a livello globale. Il primo step della strategia è rappresentato dal programma per raggiungere entro il 2045 la carbon neutrality, che poggia su tre pilastri chiave di sostenibilità: mobilità, pianeta ed energia. I tre pilastri saranno le fondamenta su cui poggerà l’impegno nel ridurre le emissioni in tutti gli aspetti operativi: dalla fornitura alla logistica, dalla produzione all’utilizzo dei veicoli fino allo smaltimento dei rifiuti.

Entro il 2045 Kia si è posta l’obiettivo di ridurre del 97% rispetto al 2019 il livello di emissioni totali. La conquista della carbon neutrality avverrà anche con alcune misure aggiuntive di compensazione. La maggior parte delle emissioni di carbonio generate dall’industria automobilistica dipende dai veicoli che circolano su strada. Kia si è posta l’obiettivo di offrire entro il 2035 una gamma modelli 100% elettrici in Europa.

Negli altri principali mercati del mondo l’azzeramento delle emissioni sarà raggiunto entro il 2040 con una gamma veicoli composta esclusivamente da modelli BEV e FCEV. Nel 2028 debutterà il primo modello FCEV di Kia. Si tratta di uno dei pilastri fondamentali del piano annunciato a settembre dal gruppo Hyundai "Hydrogen Vision 2040", con il quale ha rivelato la sua intenzione di utilizzare anche la tecnologia delle celle a combustibile per raggiungere la carbon neutrality. Kia, sempre sul tema idrogeno, intende incrementare anche la ricerca su ulteriori modalità di utilizzo e diverse soluzioni di mobilità. Kia inoltre trasformerà tutti i veicoli della flotta aziendale in BEV o FCEV entro il 2030.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli