Kiamo, il software per i servizi cliente che punta all’Italia

Kiamo, il software per i servizi cliente che punta all’Italia

Roma, 24 set. (askanews) – Con sede a Parigi e Bordeaux, l’azienda francese Conecteo progetta e commercializza “Kiamo”, uno strumento evolutivo in grado di aiutare i Contact Center nella relazione con il cliente. Ne parliamo, negli studi di askanews, con Dinahlee Oliviero, business developer di Conecteo.

“Kiamo è la soluzione di software che permette di guidare e unificare relazione cliente unificata. La nostra società è stata creata 15 anni fa ed è oggi un leader delle soluzioni di gestione delle interazioni di clienti.

Abbiamo un procedimento di vendita al cento per cento indiretto e distribuiamo la nostra soluzione tramite una rete di partner integratori così da poterci focalizzare sul nostro mestiere, ossia ideatore di software. Inoltre, i tre quarti dei nostri collaboratori sono ingegneri e dunque è tutto pensato da noi in sede. Continuiamo clienti prestigiosi di qualunque settore, tra cui BNPBarisbas e Société générale, ma anche in Italia come Decathlon e Carrefour. Negli ultimi anni abbiamo accelerato la nostra crescita a livello internazionale e stiamo cercando distributori che possano commercializzare la nostra soluzione sul mercato italiano. Pur essendo francese, il nome della soluzione Kiamo ha una connotazione italiana e quindi speriamo che porti fortuna.

Kiamo è una soluzione robusta per gli organismi ambiziosi che desiderano migliorare l’efficienza delle loro equipe di relazioni clienti, qualunque sia il canale utilizzato. La nostra soluzione è dotata di un motore di distribuzione intelligente che cattura, priorizza e distribuisce un insieme di flussi multimediali in base a dei propositi prestabiliti come, ad esempio, le competenze o le disponibilità dei consulenti.

Quali le sfide? Non si è mai parlato così tanto dell’esperienza cliente ed è un argomento che torna spesso sui blog, sulle reti sociali, sugli articoli. Gli studi mostrano che l’80% delle imprese crede di offrire una relazione cliente impeccabile, ma solo l’8% condivide questa opinione. Come spiegare questo divario? Dovremmo metterci nei panni di un cliente che riscontra una problematica, desidera sottoporre una sua richiesta e si offrono più opzioni. Il cliente utilizzerà il canale che gli sembrerà più opportuno per ricevere una risposta da parte del servizio clienti. Le imprese sovrapponendo questi strumenti tecnici non riescono a gestire le richieste così numerose. Quindi è importante tornare ai fondamentali, essere rapidamente raggiungibili, dare una risposta efficiente direttamente al cliente. Questa è una nostra convinzione.

Quali le prossime tappe? Desideriamo distribuire Kiamo sul mercato italiano e cerchiamo distributori che possano aderire alla nostra rete di partner. Stiamo cercando distributori che possano aderire alla nostra rete di partner. Questi distributori genereranno profitti vendendo licenze Kiamo. Siamo alla ricerca di aziende che abbiano una buona conoscenza tecnica, in telefonia e nel settore della relazione cliente. Inoltre, siamo sponsor quest’anno della terza edizione del Customer Experience 2020 di Milano e vogliamo incontrare gli interessati il 17 ottobre.