Kiev ha intercettato un ordine ai soldati russi

·1 minuto per la lettura
Soldati
Soldati

L’intelligence di Kiev ha intercettato un ordine che sarebbe stato inviato ai soldati russi tramite radio. Il suggerimento è quello di uccidere tutti i prigionieri ucraini.

Guerra in Ucraina, l’ordine ai soldati russi intercettato da Kiev: “Uccidete tutti i prigionieri”

Secondo l’intelligence del ministero della Difesa ucraino, sarebbe stato ordinato ai soldati russi, tramite radio, di uccidere tutti i prigionieri ucraini. L’audio sarebbe stato intercettato proprio dalle autorità di Kiev. “Uccidere tutti i prigionieri di guerra delle forze armate ucraine che sono trattenuti nell’area di Popasna (nella Regione di Luhansk)” sarebbe l’ordine intercettato. “Questo è un palese crimine di guerra, una violazione del diritto internazionale e un altro esempio lampante del fatto che i militari russi sono assassini, stupratori e saccheggiatori” ha attaccato il ministero. “Cosa posso dirti, maledizione, mantieni in vita il più anziano tra loro e lascia andare il resto per sempre. Lasciateli andare per sempre, maledizione, perché nessuno li veda mai più, parenti compresi” si sentirebbe dire ai soldati russi nella presunta registrazione.

VIDEO - Vladimir Putin: l’agente segreto che è diventato presidente della Russia

Un’altra intercettazione resa pubblica

Il servizio di sicurezza ucraino ha rilasciato anche un’altra presunta intercettazione delle comunicazioni di un comandante russo, che spiega come gli aerei russi stavano pianificando di “rasare tutto al suolo” intorno ad Azovstal. Il presidente Putin, in un incontro con il ministro della Difesa, avrebbe detto che non è necessario assaltare l’impianto ma di bloccarlo completamente. Sono stati resi noti anche altri audio intercettati tra i soldati russi, in cui discutono di uccisioni e stupri e comunicazioni radio in cui i russi parlano di sparare sui civili. Serhii Haidai, capo dell’amministrazione militare regionale di Luhansk, ha affermato che l’80% del territorio è sotto il controllo russo. “Mosca non si fermerà certamente qui e andrà oltre, quindi quello che stiamo facendo è cercare di evacuare tutti il ​​più possibile” ha dichiarato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli