##Kim entra nell'era post-Trump: nucleare nostra difesa per sempre -5-

·1 minuto per la lettura

Roma, 28 lug. (askanews) - Nella conferenza dei veterani di oggi, nessuno indossava mascherine e, a giudicare dalle immagini, non è stata presa alcuna misura di distanziamento fisico. Questo nonostante due giorni fa il leader stesso abbia proclamato la massima allerta contro COVID-19 in seguito al sospetto che un fuoriuscito, ritornato rocambolescamente in Corea del Nord, possa essere contagiato. Un segnale di forza diretto all'interno, in un paese in cui le immagini e le coreografie hanno estrema importanza nell'armamentario propagandistico del regime. La conferenza punta a creare una continuità storica generazionale tra i veterani della Guerra di Corea - un feroce bagno di sangue seguito alla seconda guerra mondiale, che provocò due milioni e mezzo di soldati tra le file nordcoreane, cinesi, sudcoreane e Onu (sotto il comando Usa), oltre che circa due milioni di vittime civili, tra morti, feriti e mutilati - e la nuova generazione a cui lo stesso Kim appartiene. Il principale collante resta l'odio anti-americano. "Non poteemo mai dimenticare l'aggressione e la brutalità degli imperialisti Usa", ha detto Kim segnkando che le "minacce e la pressione sono ancora in crescita".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli