"A Kim iniettato vaccino covid sperimentale cinese"

webinfo@adnkronos.com
·1 minuto per la lettura

Uno dei vaccini per il covid ancora in fase sperimentale, sviluppati dalla Cina, è stato inoculato al leader nordcoreano Kim Jong un, alla sua famiglia e ad esponenti di alto livello del regime, ha reso noto l'analista americano Harry Kazianis, esperto di Nordcorea al Center for National Interest di Washington, citando due diverse fonti dell'intelligence giapponese. Le vaccinazioni si sarebbero svolte nelle ultime due-tre settimane. Le dosi di vaccino sono state inviate a Pyongyang dal governo cinese.

Ma Pechino precisa di non essere al corrente del presunto invio a Pyongyang di un vaccino per il coronavirus sviluppato in Cina e destinato alla leadership nordocreana. La portavoce del ministero degli Esteri, Hua Chunying, citata dal Global Times, ha aggiunto di non avere neanche alcuna idea dell'origine dell'informazione.