Kim Jong Un apre a dialogo: orientati a rafforzare relazioni estere

Red
·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 8 gen. (askanews) - Il leader supremo nordcoreano Kim Jong Un, nel terzo giorno dell'VIII Congresso del Partito dei lavoratori coreani in corso a Pyongyang, ha espresso "l'orientamento generale del Partito a espandere e sviluppare complessivamente le relazioni esterne". Un messaggio che, partendo dallo stato dei rapporti con la Corea del Sud, s'inquadra nella difficile transizione di potere a corso a Washington tra la presidenza di Donald Trump e quella di Joe Biden.

Il giornale ufficiale del Partito, il Rodong sinmun, ha scritto oggi che Kim ha proseguito per il terzo giorno la sua relazione. A un certo punto scrive: "Il rapporto ha affrontato la questione degli affari con la sud Corea, come richiesto dalla prevalente situazione e dai tempi cambiati, e ha esposto l'orientamento generale e la posizione politica del nostro Partito a espandere complessivamente e sviluppare le relazioni esterne".

Questa dichiarazione conferma un atteggiamento prudente che il leader nordcoreano aveva mostrato già nella seconda giornata del congresso, quando aveva sì ribadito la volontà di rafforzare ulteriormente il sistema di difesa nordcoreano, ma senza esplicitamente citare il programma nucleare, che è al centro dei contrasti con gli Stati uniti e i loro alleati.

L'Amministrazione Trump ha creato molte speranze, quando ha scongelato i rapporti con Pyongyang. Kim e Trump si sono visti tre volte, ma dopo il summit di febbraio 2019 ad Hanoi, chiuso con un nulla di fatto, i rapporti si sono di nuovo incagliati. Non è escluso che Pyongyang punti a sfruttare l'anno olimpico - come accaduto con i Giochi invernali del 2018 - per tentare un nuovo approccio negoziale.

l Congresso del partito unico nordcoreano dovrebbe continuare per alcuni giorni. Si tratta della terza massima assise del partito in 40 anni e il secondo convocato da Kim Jong Un. L'ultimo svolto in precedenza si è tenuto nel 1980. Negli ultimi anni del potere di Kim Il Sung e per tutto il regno di Kim Jong Il il Congresso non fu convocato.

Tra i motivi di attesa in questo congresso è anche capire quali sono i nomi che contano oggi nella struttura del potere nordcoreano, a partire dal ruolo della sorella minore del leader, Kim Yo Jong. Ci si chiede, in particolare, se verrà promossa dal suo attuale ruolo di membro a rotazione del Politburo del Comitato centrale del Partito.