Kim Jong Un ordina giro di vite contro “abusi potere” e burocrazia

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 13 giu. (askanews) - Il leader supremo nordcoreano ha ordinato un giro di vite contro gli "abusi di potere" e di burocrazia e contro i funzionari che commettono atti "non rivoluzionari". L'hanno comunicato oggi i media di stato di Pyongyang.

Kim ha lanciato i suoi strali durante una riunione della segreteria del Comitato centrale del Partito dei lavoratori coreani, la formazione unica del potere nordcoreano, tenuta ieri nella capitale.

Secondo quanto ha scritto la KCNA, l'agenzia di stampa ufficiale della Corea del Nord, la riunione è servita a Kim a mettere sul tavolo i suoi desiderata rispetto al ruolo che le organizzazioni di partito devono avere negli affari di stato.

Dalla riunione è emerso l'ordine di condurre "una lotta più intensacontro gli atti malsani e non-rivoluzionari, a partire dagli abusi di potere e dal burocraticismo".

Kim ha anche ordinato di rafforzare le funzioni dei "dipartimenti d'ispezione della disciplina" di partito, per dare aggiore incisività al sistema di punizioni e per rafforzare la disciplina tra i dirigenti.

"E' indispensabile e compito prioritario stabilire strettamente la forte abitudine di rispettare le regole e la disciplina del partito e costruire un sistema di supervisione del lavoro e un sistema di rettificazione sull'esecuzione della linea di partito e delle politiche che incorporino uno stile di lavoro efficace e una vita morale", ha affermato - secondo il resoconto della KCNA - Kim.

L'ordine viene dopo che la scorsa setitmana si è tenuto l'VIII Plenum del Comitato centrale del Partito, una riunione di tre giorni in cui è stato ordinato di rafforzare lo sforzo contro il Covid-19, che una sfida "senza precedenti".

Kim, evidentemente, a fronte di una situazione grave tra Covid, difficoltà negli approvvigionamenti alimentari e inasprimento della pressione internazionale (Seoul e Washington considerano imminente il settimo test nucleare), intende rafforzare ulteriormente il grip sul partito.

Tra i funzionari che hanno preso parte alla riunione di ieri, c'erano anche Ri Pyong-chol, personaggio centrale nel programma nucleare nordcoreano e il vicepresidente della COmmissione militare centrale (il cui presidente è lo stesso Kim) Pak Jong-chon. L'ingresso di queste due personalità nella segreteria rappresenta un segnale della sempre maggiore importanza che rivestono per Kim il programma nucleare e l'apparato militare.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli