Kirghizistan, enorme valanga si stacca dalle montagna: sopravvissuti tutti i presenti

Valanga Kirghizistan
Valanga Kirghizistan

Un’enorme valanga si è staccata dalle montagne del Tian Shan, in Kirghizistan. Il filmato, girato dai presenti tutti sopravvissuti per miracolo, è diventato virale in rete.

Spettacolare valanga in Kirghizistan: “Ho sentito il ghiaccio che si rompeva”

Sul luogo erano presenti per un tour guidato nove inglesi e un americano. Dopo aver raggiunto il punto più alto del trekking, uno di essi, Harry Shimmin, si era staccato dal gruppo per fare qualche foto, quando, come raccontato da lui stesso su Instagram, ha “sentito il suono del ghiaccio profondo che si rompeva dietro di me.

È qui che inizia il video. Dato che ero lì già da pochi minuti, sapevo che c’era un posto proprio accanto a me dove ripararmi. Ero sul ciglio di una scogliera, quindi l’unico posto dove correre era verso la valanga e lontano dal rifugio accanto a me (ecco perché non mi muovo). Sì, l’ho lasciato all’ultimo secondo per spostarmi, e sì, so che sarebbe stato più sicuro trasferirsi subito al rifugio. Sono molto consapevole di aver corso un rischio enorme. Quando la neve ha iniziato a cadere e si è fatto buio/difficile respirare, ho pensato per un secondo che avrei potuto morire“, ha raccontato.

“Tutto il gruppo era al sicuro”

“Una volta finita, la scarica di adrenalina mi ha colpito. Sapevo che il resto del gruppo era più lontano dalla valanga. Quando mi sono riunito a loro ho potuto vedere che erano tutti al sicuro, anche se una si era tagliata abbastanza gravemente il ginocchio e aveva cavalcato uno dei cavalli fino alla struttura medica più vicina. Un altro era caduto da cavallo e aveva riportato pesanti contusioni”, si legge ancora sul profilo di Harry Shimmin.

L’intero gruppo rideva e piangeva, felice di essere vivo (compresa la ragazza che si è tagliata il ginocchio). Solo dopo ci siamo resi conto di quanto fossimo stati fortunati. Se avessimo camminato 5 minuti più avanti nel nostro viaggio, saremmo tutti morti. Il sentiero che dovevamo prendere era completamente coperto dalla frana/valanga. Enormi blocchi di ghiaccio delle dimensioni di automobili erano stati sparpagliati più in là di quanto avremmo potuto correre, anche se avessimo agito immediatamente”, ha concluso, pubblicando il video.

L’episodio ricorda il crollo sulla Marmolada

L’episodio non può che ricordare la vicenda accaduta sulla Marmolada solamente una settimana prima, conclusasi con un bilancio decisamente peggiore. Undici persone hanno infatti purtroppo perso la vita per il crollo del ghiacciaio sulle Dolomiti.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli