Kiss, Paul Stanley positivo al Covid per la seconda volta: contagiato da Omicron

·2 minuto per la lettura
Frontman dei Kiss
Frontman dei Kiss

“Per fortuna siamo vaccinati”. Lo ha detto il frontman dei Kiss Paul Stanley, annunciando di essere nuovamente positivo al Covid e di aver contratto la variante Omicron. Contagiato dal Covid-19 per la seconda volta: l’annuncio è arrivato dal leader dei Kiss Paul Stanley che, con un messaggio postato sui social, ha confermato di essere risultato nuovamente positivo e, a complicare le cose, di aver contratto la variante Omicron, che da alcuni giorni a questa parte si sta diffondendo ad incredibile velocità in buona parte del mondo, Italia compresa, provocando un vero e proprio boom di contagi dopo un periodo sostanzialmente tranquillo.

Kiss, Paul Stanley positivo al Covid: “Ho il raffreddore, sono vaccinato”

Stanley ha spiegato che oltre a lui anche la famiglia è stata contagiata dal ceppo che negli Stati Uniti è ormai dominante; nel suo annuncio pubblicato su Instagram ha aggiunto una foto che lo ritrae in primo piano scrivendo: “Ecco la mia faccia di Omicron! Sì. Tutta la mia famiglia ce l’ha. Io sono stanco e ho il raffreddore. La maggior parte dei componenti della mia famiglia non ha alcun sintomo. Fate quello che volete, io sono così felice di essermi vaccinato”.

Kiss, Paul Stanley positivo al Covid: situazione Omicron negli Usa

Pur positivo e con sintomi, dunque, grazie al vaccino il frontman della band hard rock formatasi nel 1973 a New York per iniziativa di Stanley e di Gene Simmons si
trova in discrete condizioni di salute tanto da poter continuare a comunicare via social con i fan. Il rocker, voce e chitarra dei Kiss, aveva già dovuto fare i conti con il Covid nel mese di agosto 2021, proprio nel bel mezzo dell’End of the Road World Tour, tanto che alcuni show della band dovettero essere posticipati; peraltro a distanza di pochi giorni anche il compagno di band Gene Simmons ha confermato di essere risultato positivo all’infezione, rinviando altre quattro date programmate. Altamente contagiosa, la variante Omicron rappresenta ad oggi il 73% dei casi positivi riscontrati nei soli Stati Uniti, a riprova del fatto che si tratti ormai del ceppo dominante.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Paul Stanley (@paulstanleylive)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli