KitKat, il cioccolato diventa rosa

Il cioccolato rosa deriva da una speciale lavorazione della fava di cacao Ruby Cocoa Bean, valorizzata nell’aroma e nel colore attraverso appositi processi produttivi. (Credits – Instagram)

Delle barrette di cioccolato rosa? E’ quello che sta per proporre la Nestlè con il suo famoso marchio KitKat. Ma, attenzione, non si tratta di un cioccolato ‘arricchito’ di un colorante, come già accadeva in passato, ma di un prodotto creato naturalmente.

Creato dai ricercatori della Barry Callebaut, storica azienda svizzera del cacao, in collaborazione con la Jacobs University, il cioccolato rosa deriva da una speciale lavorazione della fava di cacao Ruby Cocoa Bean, valorizzata nell’aroma e nel colore attraverso appositi processi produttivi.

Il cioccolato rosa è stato presentato nel settembre 2017 a Shanghai, ma ora arriva nei supermercati di tutto il mondo. Il KitKat rosa ha la tradizionale cialda di wafer croccante ricoperta di cioccolato Ruby, che ha un sentore fruttato che ricorda i frutti di bosco, senza bisogno di aggiungere alcun aroma o colore in più.

“Sappiamo che un nuovo tipo di KitKat è davvero un grande evento e siamo entusiasti di poter offrire un diverso tipo di cioccolata per i fan di KitKat. Il cioccolato Ruby è una grande innovazione in pasticceria e siamo molto orgogliosi che KitKat sia il primo grande marchio nel Regno Unito a presentare questo nuovo eccitante cioccolato” ha dichiarato Alex Gonnella, di Nestlé Uk.

Il nuovo snack è stato lanciato sul mercato per la prima volta in Giappone e Corea per San Valentino, ma presto sarà anche sugli scaffali europei. A partire dal Regno Unito, dove si potranno acquistare le confezioni a quattro bastoncini da Tesco, mentre dopo l’Europa, la multinazionale ha intenzione di sbarcare anche in Usa.

Il Kit Kat (o KitKat) è uno snack dolce composto da una o più barrette di wafer (tre biscotti e due strati di crema) ricoperte di cioccolato, prodotto dalla Nestlé. Il Kit Kat nasce a York nel 1935, nella fabbrica della Rowntree’s (prezzo 2 penny); l’idea delle barrette nasce in seguito alla proposta di un operaio, il quale richiese, attraverso la scatola dei suggerimenti, “uno snack che un operaio possa portare nella sua cassetta del pranzo per il lavoro”. La barretta ebbe un successo strepitoso, tanto da diventare il prodotto di punta della Rowntree, ruolo che manterrà fino al 1988, data dell’acquisto della fabbrica yorkese da parte della Nestlé, l’attuale azienda produttrice del KitKat.