Kompatcher incontra Spadafora, verso intesa Provincia Bolzano-Coni

Red/rus

Roma, 8 ott. (askanews) - Garantire anche per il futuro il contributo finanziario del Coni (1 milione di euro l'anno) per la realizzazione di infrastrutture sportive sul territorio, far ripartire le trattative per giungere ad un prolungamento sino al 2022 dell'accordo quadriennale tra Provincia di Bolzano e Comitato olimpico nazionale italiano. Questi i temi contenuti nel promemoria consegnato dal presidente Arno Kompatscher al nuovo Ministro dello sport, Vincenzo Spadafora. L'incontro ha avuto luogo ieri sera a margine della riunione del comitato di indirizzo delle Olimpiadi invernali nel corso della quale è stata confermata la presenza di rappresentanti dell'Alto Adige all'interno di tutte le strutture organizzative e degli organisimi di gestione di Milano-Cortina 2026.

"Con la riforma del Coni avviata lo scorso anno - commenta il presidente Arno Kompatscher - le trattative per il rinnovo dell'intesa, che scadeva nel 2018, sono di fatto state congelate in attesa di capire quale sarebbe stata la futura struttura di riferimento. L'incontro con il Ministro Vincenzo Spadafora rappresenta il primo passo verso la riapertura di un dialogo, che in realtà non si è mai interrotto, per giungere nel più breve tempo possibile ad un accordo che ci consenta di poter utilizzare i fondi previsti dal protocollo d'intesa fra CONI e Provincia di Bolzano. Spadafora ha assicurato che seguirà la vicenda". Kompatscher conclude augurandosi una soluzione positiva e in tempi brevi, ricordando che "l'Alto Adige fornisce alle nazionali italiane un cospicuo numero di atleti di altissimo livello in molte discipline, tanto da rappresentare, ad esempio, circa un terzo della spedizione azzurra alle Olimpiadi invernali".