Komuro torna in Giappone per sposare la principessa Mako

·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 27 set. (askanews) - In Giappone si avvicinano nozze piuttosto controverse: quella tra il manager ventinovenne Kei Komuro e la principessa Mako, nipote dell'imperatore Naruhito e figlia di Akishino, numero uno nella linea di successione imperiale. Oggi il giovane borghese Komuro è ritornato in Giappone dagli Stati uniti, dove vive. Erano tre anni che non si faceva vedere nel Sol levante, ma un suo ritorno era necessario per completare i preparativi del matrimonio.

I dettagli su come si svolgerà la cerimonia devono ancora essere comunicati e si prevede una conferenza stampa alla fine della quarantena di 14 giorni, che Komuro dovrà scontare dopo essere arrivato all'Aeroproto di Narita.

La coppia prevede di registrare la loro unione nel mese di ottobre. La cosa sta suscitando grande curiosità sulla stampa nipponica, anche se non sono previste cerimonie in pompa magna per un matrimonio che è stato rimandato per una questione poco regale di soldi.

Lo stesso principe Akishino è dovuto intervenire per chiedere a Komuro chiarezza rispetto a un presunto prestito da 4 milioni di yen (31mila euro) che un ex fidanzato avrebbe accordato alla madre del ragazzo quando questa ne aveva bisogno, tra l'altro, per pagare gli studi del giovane, laureato negli Usa in legge.

Komuro, per mettere a tacere le voci, si è offerto di pagare direttamente la cifra all'ex fidanzato. Ma il caso non è stato chiuso e questo ha portato, secondo i sondaggi, parte dell'opinione pubblica nipponica a sostenere una contrarietà alle nozze.

L'Agenzia per la casa imperiale nipponica, dal canto suo, non effettuerà i tradizionali riti collegati alle nozze reali - "Nosai no gi" e "Chiken no gi" - a dimostrazione del fatto che queste nozze rappresentano un qualcosa che non si vuole particolarmente enfatizzare.

D'altronde la stessa Mako, 29 anni, ha segnalato una volontà di creare una crasi col suo status, rinunciando a ricevere i circa 150 milioni di yen (1,15 milioni di euro) accordati alle principesse che lascino la Casa imperiale per sposare un borghese. Ed è la prima volta che una principessa decide di non ricevere quel denaro, che viene assegnato per consentire ai membri della Casa imperiale di avere una vita dignitosa dopo aver lasciato il loro ruolo. Si tratta di denaro pubblico.

Va tenuto presente che i membri della Famiglia imperiale non sono neanche registrati all'anagrafe giapponese, non hanno uno stato civile, quindi per loro farsi una vita al di fuori della Casa imperiale vuol dire cominciare da zero.

Originariamente il matrimonio di Mako e Komuro era previsto per il 4 novembre 2018.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli