Kurt Zouma, il calciatore condannato per aver preso a calci il gatto

Kurt Zouma, il calciatore condannato per aver preso a calci il gatto. (Yui Mok/PA via AP)
Kurt Zouma, il calciatore condannato per aver preso a calci il gatto. (Yui Mok/PA via AP)

Il calciatore del West Ham, Kurt Zouma, è stato condannato a 180 ore di servizio civile dopo essersi dichiarato colpevole di aver malmenato e preso a calci il suo gatto. Al difensore 27enne è stato inoltre vietato di tenere gatti per cinque anni.

A incastrare il calciatore della Premier League è stato un filmato, girato a casa di Zouma e pubblicato su Snapchat da suo fratello Yoan, nel quale Kurt prende a calci in cucina il suo gatto del Bengala prima di lanciargli un paio di scarpe e schiaffeggiargli la testa.

LEGGI ANCHE: Giappone, spende 15mila euro per "diventare" un cane di razza collie

L'inquietante filmato, che risale a febbraio, era stato inoltre inviato dal fratello del calciatore a una ragazza con cui sarebbe dovuto uscire, la quale ha lanciato l’allarme.

Kurt Zouma ha ammesso le sue colpe durante un'udienza presso la Thames Magistrates' Court. "Entrambi avete preso parte a questo atto vergognoso e riprovevole con questo gatto domestico", ha detto ai fratelli il giudice distrettuale Susan Holdham, che ha tuttavia aggiunto che tutti e due gli uomini avevano espresso "vero rimorso".

LEGGI ANCHE: Il cane è il miglior amico degli italiani, quattro su 10 ne hanno uno in casa

Anche il West Ham non è rimasto indifferente di fronte ai maltrattamenti ad opera del giocatore. “Condanniamo con la massima fermezza qualsiasi forma di abuso o crudeltà sugli animali", ha precisato la società che ha poi aggiunto, "entro 48 ore dall'uscita del filmato abbiamo multato Kurt. Ogni singolo centesimo di questo denaro è stato devoluto a meritevoli enti di beneficenza, tutti dedicati al benessere degli animali”.

GUARDA ANCHE: Gatti: come coccolarli? Quali errori da non fare quando li si avvicina?

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli