Kyoto, incendiario di studio animazione già visto nella zona

Bea

Roma, 20 lug. (askanews) - L'uomo sospettato di aver appiccato un tragico incendio in uno studio di animazione giapponese era già stato visto nella zona in precedenza, scrivono i media giapponesi, secondo i quali i vicini hanno visto una persona che somigliava a Shinji Aoba nei pressi di Kyoto Animation (KyoAni) prima dell'incendio di giovedì. Aoba, 41 anni, gravemente ustionato, è stato arrestato e trasferito in un ospedale di Osaka. Oggi un uomo è morto in ospedale per le ustioni riportate e il bilancio delle vittime di uno delle stragi più gravi della storia recente del Giappone è aumentato a 34.

Una donna ha detto all'agenzia Kyodo di aver visto un uomo che somigliava ad Aoba, con delle scatole che sembravano contenere taniche di benzina, nei pressi dell'edificio del KyoAni lunedì. Due studenti hanno riferito di aver visto un uomo vestito come il sospettato mercoledì sera. Le persone che hanno assistito all'arresto di Aoba dopo l'incendio hanno riferito che l'uomo lamentava che lo studio aveva rubato le sue idee. La tv pubblica Nhk ha detto che ha la fedina penale sporca e che era già stato arrestato per aver rubato denaro da una negozio. Il presidente di Kyoto Animation ha detto di aver ricevuto delle lettere di minacce, ma di non sapere se siano da collegare all'incendio.