L’8 luglio torna a Roma Bererosa, kermesse dei vini rosati

·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 6 lug. (askanews) - Torna l'8 luglio nel Parco dell'Appia Antica la nona edizione di Bererosa, la kermesse dei vini rosati organizzata da Cucina e Vini che stavolta si svolgerà nei giardini di Villa Appia Antica, totalmente all'aperto, per consentire uno svolgimento più agile e in tutta sicurezza.

Tante le aziende presenti, per un totale di oltre 150 rosati in degustazione da accompagnare a golosi street food. "La produzione mondiale di vino rosa - afferma Francesco D'Agostino, Direttore di Cucina & Vini - vive una tendenza alla crescita come evidenziato dai dati". Basti pensare che nel 2002 valeva 22,4 milioni di ettolitri pari all'8,5% del vino in generale, mentre nel 2019 ha registrato un volume pari a 23 milioni di ettolitri prodotti, ovvero il 9,9%, prendendo spazio quindi ai bianchi e ai rossi.

Questo fenomeno per inseguire un consumo che valeva 19,6 milioni di ettolitri nel 2002 (8,4% del totale) e 23,6 nel 2019 (10,5% del totale di vino consumato). I maggiori consumatori sono i francesi, con oltre otto milioni di ettolitri, seguiti dagli americani, a tre milioni e mezzo, e dai tedeschi che si aggirano sui due milioni.

In questa ottica l'Italia vive una dinamica in controtendenza: nel 2002 consumava 1,7 milioni di ettolitri, producendone 3,5, mentre nel 2019 a un calo produttivo, 2,3 milioni di ettolitri, ha corrisposto una contrazione dei consumi, scesi a 1,1 milioni di ettolitri. "In sostanza l'Italia - spiega - pur rimanendo uno dei Paesi principi nell'export en rose, ha visto calare sia la produzione che il consumo interno (i dati sono tutti dell'Observotoire Mondial du Rosé). Stupisce invece un dato relativo alla Francia che ha sempre anticipato fenomeni che puntualmente hanno in seguito coinvolto l'Italia: il consumo pro-capite di vino rosa da parte dei francesi ha superato i quindici litri per anno nel 2019, contro i due litri che vengono degustati in Italia".

Una differenza sensibile che mostra una minor crescita in Italia di quel fenomeno rosa che sta investendo da tempo i Paesi consumatori di vino. Una ricerca di Wine Intelligence rivela infatti una tendenza generale alla crescita nel numero dei consumatori di vino rosa, soprattutto per quanto riguarda il pubblico femminile e quello giovane.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli