L’addio commosso della Scozia alla regina Elisabetta II

featured 1647735
featured 1647735

Roma, 13 set. (askanews) – La Scozia rende omaggio e saluta Elisabetta II prima dei funerali solenni a Londra il 19 settembre. Il re Carlo III e i suoi fratelli hanno vegliato sulla bara della madre e migliaia di persone, in silenzio, commosse, si sono recate nella cattedrale di St Giles a Edimburgo per porgerle l’ultimo saluto. Il nuovo monarca, la principessa Anna, i principi Edoardo e Andrea sono rimasti a testa china ai quattro lati del feretro. Una cerimonia di 10 minuti, nota come “Veglia dei Principi”, si è svolta dopo la solenne processione nel cuore della capitale scozzese.

Migliaia di fedeli si sono messi in fila per ore per sperare di darle l’ultimo saluto. L’enorme numero di persone che hanno affollato le strade di Edimburgo è solo un assaggio della folla attesa a Londra. Commozione per chi è passato accanto al feretro. “Credo che in chiesa ci fosse molta serenità ed è stato un momento molto surreale, ecco cos’è stato. Ora riposa in pace, questa è la cosa principale” dice Peter, pensionato. “È stato travolgente, emozionante. Abbiamo notato che lì dentro era tutto calmo e tranquillo, è stato bello da vedere, ma la cosa che ho trovato emozionante è il fatto che è scioccante pensare che lei sia lì dentro, non sembra ancora reale, anche il fatto che hanno messo sopra la corona”, aggiunge Jo Williams, ex agente penitenziaria.

Anche la prima ministra scozzese Nicola Sturgeon ha offerto le “più sincere condoglianze” a Carlo e alla famiglia durante una seduta speciale del Parlamento di Edimburgo. “Per i cittadini del nostro Paese questo è un momento di profondo dolore. Mentre il dolore della nazione è per la nostra Regina, quello della Famiglia Reale è per la loro amata madre, nonna e bisnonna”.