L’Agi spiega che i malviventi avrebbero forzato l'ingresso dell'azienda del signor Dante a Sora

Anna Tatangelo
Anna Tatangelo

Furto in casa del papà di Anna Tatangelo in Ciociaria, i ladri gli rubano il furgoncino: l’Agi spiega che i malviventi avrebbero forzato l’ingresso dell’azienda del signor Dante a Sora, in provincia di Frosinone, per portar via il mezzo del genitore della nota cantante. Gli agenti di polizia del commissariato cittadino hanno intanto indagato sul fatto e ritrovato a poche ore di distanza il mezzo trafugato dall’abitazione del signor Dante Tatangelo.

Furto in casa del papà della Tatangelo

Il mezzo è stato ritrovato intatto sul ciglio di una strada a pochi chilometri di distanza dall’azienda da cui è stato portato via, in zona Romana Selva. Ma di cosa si occupa il papà della Tatangelo? Di commercializzare un prodotto storico della Ciociaria ed in particolare delle città di Sora e Veroli: la “ciammella”. Il signor Dante infatti ha una ciambelleria storica a Sora e con i suoi dipendenti ed il furgoncino andava a vendere quel delizioso prodotto ciociaro nei mercati settimanali.

Cos’è la “ciammella” sorana

Era stato lo stesso Dante a spiegare in una intervista la natura ed il pregio di quel prodotto fatto con farina, lievito, sale, anice ed acqua. Lo rammenta Fanpage: “La ciambella non ha conservanti ed è realizzata con prodotti semplici. Viene ammassata di solito in una forma circolare, lessata e poi infornata. Il nostro prodotto ha ricevuto anche il riconoscimento Deco, denominazione comunale d’origine”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli