L’Altra Italia di Berlusconi: il nuovo progetto sta prendendo il via

altra italia berlusconi

Martedì 6 agosto in Senato si è tenuta unariunione dei coordinatori regionali di Forza Italia alla quale ha preso parte anche Antonio Tajani. Il giorno successivo, inoltre, l’ex presidente del Parlamento Europeo ha incontrato anche Annamaria Bernini, Mariastella Gelmini e Sestino Giacomoni. L’Altra Italia, il nuovo progetto di Silvio Berlusconi, è pronto a far rinascere il Cavaliere. Vediamo cosa è stato deciso nella riunione del partito.

Silvio Berlusconi presenta L’Altra Italia

Nella riunione tenutasi in Senato lo scorso martedì, i coordinatori regionali di Forza Italia hanno chiesto di “riaffermare la centralità delle forze moderate, liberali, cattoliche, riformatrici nel dibattito politico. Forze capaci di costruire un soggetto forte, europeista e non sovranista, rigorosamente alternativo al Pd“. Infatti, in questa direzione (nelle prossime settimane) si terranno “assemblee e incontri pubblici per tornare a parlare della nostra identità, dei nostri valori e dei problemi reali degli italiani”. In programma di ci sono anche “delle modifiche statutarie in vista degli imminenti congressi”. Infine, Fulvio Martusciello, europarlamentare napoletano, chiarisce che è “pronta l’inaugurazione di oltre dieci nuove sedi di Altra Italia. A settembre entreranno nuovi amministratori provenienti da liste civiche”.

Nuove sedi per L’Altra Italia

“Non so davvero cosa sia successo – prosegue Martusciello – ma il mio cellulare non smette di squillare. È come se si fosse tolto un tappo e ci sia una nuova voglia di partecipare in Campania. In stretto collegamento con il quadrumvirato, avvieremo la stagione delle aperture delle sedi già per fine agosto“. Infine, dichiara di aver “sentito il presidente Berlusconi, a cui ho testimoniato la grande voglia della Campania di seguirlo sulla sua lungimirante visione dell’Altra Italia“.