L’ambasciatore Massolo: "Guerra non finirà presto" - Video

(Adnkronos) - “Tutti noi auspichiamo che la guerra finisca presto e che si arrivi ad una forma di pace negoziata, perché questo consentirebbe di iniziare a pianificare quello che un giorno sarà il futuro ordine della sicurezza in Europa. Purtroppo mi duole constatare che la situazione sul terreno non sembra andare in quella direzione”. Ad affermarlo all’Adnkronos è l’ambasciatore Giampiero Massolo, presidente di Atlantia e dell’Ispi, analizzando la fase attuale del conflitto in corso e le sue possibili implicazioni future.

“Manifestamente -spiega Massolo all’Adnkronos- la parte russa, che è aggressore, non vuole cessare l’aggressione ed anzi ritiene di poter consolidare le sue posizioni, mentre la parte Ucraina ritiene di avere ancora molto da difendere. Il rischio che corriamo è quello di una linea Maginot nel cuore dell’Europa, di un conflitto che non finisce in maniera negoziata”.

Questo, secondo il diplomatico, “non è sicuramente nell’interesse dell’Europa né dell’Italia, significherebbe il perdurare del contrasto e quindi anche delle sanzioni. Però non possiamo in alcun modo fare sì che la guerra finisca con la vittoria dell’aggressore, ed è per questo che continuiamo ad aiutare l’aggredito, nel rispetto delle norme di diritto internazionale”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli